Alla maggior parte delle persone piace l’aspetto più scuro e l’abbronzatura della propria carnagione. Ma l’esposizione duratura ai raggi solari non sempre apporta benefici alla pelle, a volte può danneggiarla ed esporti a dei seri rischi per la tua salute.

I rischi dipendono da diversi fattori iniziali come la carnagione di partenza e il grado di protezione della crema solare che applichi sulla tua pelle. Anche quando si indossa la protezione solare, prendere il sole all’aperto non è del tutto privo di rischi.

Tuttavia, attraverso i nostri consigli puoi ridurre i rischi abbronzandoti più velocemente al sole, evitando l’esposizione prolungata ai raggi UV.

In questo articolo parleremo di abbronzatura, di come abbronzarsi più velocemente e di quali sono i rischi di un’esposizione prolungata al sole.

abbronzatura

Cosa determina l’abbronzatura?

La nostra pelle è composta da melanina, ovvero dei pigmenti neri o bruni che danno il colore alla nostra carnagione ed è quella che determina la tua abbronzatura. La melanina viene prodotta dai melanociti, delle cellule appartenenti allo strato dell’epidermide. L’esposizione della pelle ai raggi solari, stimola i melanociti a produrre più melanina come metodo di difesa.

Se hai la pelle più chiara significa che hai meno melanina, con ciò avrai la possibilità di bruciarti durante l’esposizione prolungata al sole. Se invece, hai la pelle scura, vorrà dire che hai più melanina e l’esposizione al sole aumenterà ancor di più i pigmenti bruni della pelle.

Tuttavia, anche le persone con la pelle più scura possono andare incontro a rischi quando si espongono per un periodo duraturo ai raggi UV.

 

Quali sono i rischi dell’abbronzatura?

Per quanto un buon abbronzatura sia molto attraente dal punto di vista estetico, i rischi potrebbero essere eccessivi.

Le radiazioni UV prolungate invecchiano rapidamente la pelle molto più velocemente di quanto pensiamo. Lo fa causando danni al DNA che portano a rughe, macchie solari e iperpigmentazione.

Nella realtà comunque non è così tragica come possiate pensare leggendo queste righe. Il discorso infatti è molto vario e dipende molto dalla carnagione di partenza.

Continua a leggere per capire come ottenere una buon abbronzatura enza subire troppi danni.

 

Come ottenere un’abbronzatura velocemente

Protezione solare

Che tu abbia la pelle scura o chiara e indipendentemente dalla facilità con cui ti scotti, la protezione solare è il miglior modo per prevenire i danni da raggi UV.

L’SPF è l’acronimo di Sun Protection Factor,  e indica il fattore di protezione solare, ovvero quando un prodotto, crema, spray è in grado di proteggere la tua pelle dai raggi del sole. Maggiore è il numero indicato sulla confezione, maggiore sarà il grado di protezione.

Tieni presente che una un SPF di 30 indica un’alta protezione solare e un SPF di 50+ indica una protezione solare molto alta.

I dermatologi consigliano di indossare almeno un SPF 30. Se sei di carnagione chiara o sotto il sole molto caldo, la raccomandazione aumenta a SPF 50.

La ricerca suggerisce che indossare una protezione solare con un SPF di 15 o superiore ogni giorno riduce il rischio di sviluppare il melanoma fino al 30%. Inoltre, sappi che ottenere cinque o più brutte scottature solari nella prima infanzia raddoppia le tue possibilità di sviluppare il melanoma. (articolo)

Sebbene l’ombra possa essere una misura protettiva per ridurre l’esposizione al sole, non è sufficiente per offrire la massima protezione, in quando sei ancora esposto a causa della radiazione UV riflessa. I raggi raggiungono indirettamente la tua pelle dopo essersi dispersa nell’acqua o nell’aria.

Tieni presente la tua carnagione

Riconosci la tua carnagione e non cercare di strafare. Tutti nasciamo con un diverso tipo di carnagione, perciò è un dato di fatto che diverse persone che si espongono al sole avranno tutte un diverso grado di abbronzatura.

Se hai la pelle più chiara potresti anche non abbronzarti mai e diventare solo rosso, al contrario se hai la pelle olivastra, più scura ti abbronzerai molto più velocemente. E’ tutta una questione di melanina.

Evita il picco di calore

Se stai cercando di ottenere una buona abbronzatura, ma vuoi evitare i danni del sole e hai una carnagione chiara, evita i raggi solari nelle ora calde, quindi dalla 11.00 alle 15.00 di pomeriggio.

Fortunatamente, le giornate estive più lunghe significano che c’è ancora un sacco di tempo su entrambi i lati di queste ore per uscire all’aperto e sentire il calore sulla tua pelle.

Se hai la pelle già scura, ti consiglio comunque di uscire anche in quelle ore applicando una buona crema solare.

Non prendere il sole troppo a lungo

Come abbiamo detto in precedenza è la melanina che determina la carnagione e l’abbronzatura di una persona.

Ognuno ha un punto di interruzione della melanina, che di solito è di 2 o 3 ore. Dopo questo lasso di tempo, la tua pelle non diventerà più scura in un determinato giorno. Se ottieni un’ulteriore abbronzatura ed esponi la tua pelle oltre quel punto, potrai mettere in pericolo la tua salute.

 

I lettini abbronzanti sono sicuri?

No, i lettini e le cabine abbronzanti non sono sicuri e presentano più rischi rispetto all’abbronzatura al sole. I lettini abbronzanti indoor espongono il corpo a livelli elevati di raggi UVA e UVB.

L’OMS classifica i lettini abbronzanti come non sicuri, anzi come cancerogeni, specificando che oltre 20 studi epidemiologici mostrano che il rischio di melanoma cutaneo aumenta del 75% quando l’uso di dispositivi abbronzanti inizia prima dei 30 anni

La commissione europea si è espressa dicendo: ‘’È ampiamente dimostrato che i lettini solari possono provocare melanomi cutanei, carcinomi squamocellulari e, in misura minore, carcinomi basocellulare, soprattutto quando l’esposizione inizia da giovani. Alcune prove scientifiche indicano inoltre che possono causare il melanoma oculare.

Secondo Harvard Health , i lettini abbronzanti emettono raggi UVA fino a tre volte più intensi degli UVA solari.

Trascorrere solo 30 minuti su un lettino solare equivale a trascorrere diverse ore al sole di mezzogiorno senza protezione.

 

Conclusione

Avere una bella pelle scura e abbronzata è il sogno di molte persone, ma a volte i rischi sono maggiori dei benefici e ciò dipende molto dalla tua carnagione di partenza. Utilizza sempre una crema solare con una protezione elevata per limitare e ridurre gli effetti dei raggi UV, inoltre non stare troppe ore sotto la luce del sole, poiché non solo non ti abbronzi di più ma rischi di farti del male.

I lettini abbronzanti non sono una soluzione efficace, anzi quasi tutte le autorità predisposte alla sanità ritengono siano dannosi e non sicuri.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post