L’acne cistica è un tipo di acne piuttosto grave, che si sviluppa sotto la pelle, causando infiammazioni e infezioni. Questa condizione solitamente colpisce la pelle del viso, ma può anche colpire la parte superiore del corpo e le braccia.

L’acne cistica è la forma acneica più grave in assoluto e colpisce molte meno persone rispetto alla classica acne. Sebbene chiunque possa sviluppare questa condizione, tende a manifestarsi nelle persone che hanno la pelle grassa e negli adolescenti con squilibri ormonali.

Nell’acne cistica, i brufoli sono spesso dolorosi e molto grandi rispetto al normale e possono derivare da una combinazione di batteri, sebo e cellule intrappolate nei pori della pelle.

Un dermatologo dovrebbe effettuare un trattamento per ridurre il rischio di cicatrici e infezioni. Gli antibiotici e le creme soggette a prescrizione per uso topico possono aiutare in tal caso.

Solitamente l’acne cistica migliora con l’avanzare dell’età, tuttavia è molto probabile che i problemi della pelle che ne derivano non andranno via da soli.

In questo articolo parleremo di acne cistica, dei sintomi e dei trattamenti principali.

acne cistica

Sintomi acne cistica

L’acne cistica è ancora più visibile dell’acne in quanto è una forma più grave e produce cisti infiammatorie piene di pus e cicatrici molto visibili.

L’acne cistica appare spesso come protuberanze sulla pelle con grandi cisti piene di pus, spesso arrossate e dolorose al tatto.

La maggior parte delle persone affette da questa patologia di solito non manifesta sintomi fisici, ma l’aspetto deteriorato della pelle del viso può causare problemi emotivi.

 

Cause

Normalmente la secrezione di sebo aiuta a proteggere la pelle dai batteri e dagli agenti infettivi, ma quando viene prodotto in quantità eccessive può ostruire i pori, incentivando la crescita dei batteri.

Tra le principali cause di acne cistica troviamo:

  • cambiamenti ormonali legati al ciclo mestruale, all’uso della terapia ormonale e allo stress
  • cosmetici grassi, detergenti, lozioni e vestiti
  • alti livelli di umidità
  • fattori genetici
  • alcuni farmaci e sostanze chimiche, ad esempio corticosteroidi che possono peggiorare l’acne

La principale causa di acne è il cambiamento ormonale adolescenziale, dove i livelli di androgeni maschili aumentano in maniera drastica, provocando un aumento della produzione sebacea e ostruendo i pori.

 

Trattamento

Le cisti dell’acne possono essere difficili da trattare, poiché possono cicatrizzare. Possono essere necessari tre mesi o più per risolvere le cisti dell’acne.

Il trattamento spesso prevede l’assunzione di antibiotici e l’applicazione di gel o creme topici prescritti sulla pelle.

I trattamenti dell’acne cistica includono:

  • Creme antibiotiche
  • acido salicilico per uccidere i batteri ed eliminare le cellule morte
  • Perossido di benzoile per ridurre il numero di batteri sulla pelle.
  • Retinoidi derivati ​​della vitamina A che aiutano a eliminare le cellule morte della pelle.

Antibiotici

Gli antibiotici possono essere usati per trattare l’acne cistica se questa risulta essere molto vasta. Essi agiscono semplicemente uccidendo i batteri e quindi l’infiammazione che hanno generato.

Gli antibiotici dovrebbero essere usati solo a breve termine, a causa delle preoccupazioni future sulla resistenza batterica. Se gli antibiotici non sono efficaci, il medico probabilmente ti consiglierà di iniziare a prendere l’isotretinoina.

Isotretinoina

L’isotretinoina, un potente farmaco da prescrizione, considerata da molti esperti il migliore trattamento per l’acne cistica.  Deriva da una potente forma di vitamina A, e viene assunta per via orale.

Circa l’85% delle persone che lo assumono sperimenta miglioramenti entro quattro o sei mesi. (articolo)

Nonostante l’efficacia, ci sono alcuni seri rischi associati, quali:

  • disturbi dell’umore nuovi o in peggioramento
  • malattia infiammatoria intestinale
  • mal di testa
  • lividi
  • infiammazione della pelle
  • sangue nelle urine
  • dolori muscolari

Retinoidi

I retinoidi sono anche derivati ​​dalla vitamina A, tuttavia, non sono potenti come l’isotretinoina. Questi funzionano staccando i follicoli piliferi per rimuovere e prevenire l’acne grave.

I retinoidi vengono usati in combinazione con antibiotici topici per renderli più efficaci. I retinoidi possono essere utilizzati quotidianamente e si presentano sotto la forma topica di creme, gel e lozioni.

L’uso di retinoidi topici può provocare desquamazione e pelle arrossata. Nonostante questi effetti collaterali siano temporanei, ti consigliamo di consultare un medico se non dovessero sparire.

Rimedi casalinghi

Le misure pratiche per evitare di peggiorare l’acne sono utili per chiunque abbia l’acne, comprese le persone con acne cistica:

  • Non lavare troppo spesso la pelle del viso: bastano due volte al giorno, utilizzare un sapone delicato e acqua tiepida.
  • Non strofinare energicamente sia durante che dopo il lavaggio: evitare saponi abrasivi, astringenti o agenti esfolianti.
  • Non spremere i brufoli: spremere i brufoli peggiora l’acne cistica
  • Evita di usare un trucco pesante: scegli formulazioni a base d’acqua non comedogeniche.

 

Acne cistica e cicatrici

L’acne cistica oltre ad essere la forma acneica più grave e anche quella che ha maggiori probabilità di cicatrizzare. Come abbiamo detto prima, spremere un brufolo peggiora l’acne ma aumenta anche il rischio di cicatrice. Quindi cerca di lasciar passare il tempo che i brufoli se ne vadano da soli o con i trattamento sopra descritti.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati