L’acne comedonica è una forma comune di acne, ma non presenta i brufoli e pustole caratteristici dell’acne classica. Invece, l’acne comedonica provoca pelle irregolare, punti neri e imperfezioni non infiammate.

Se le condizioni relative all’acne comedonica peggiorano, possono trasformarsi in macchie completamente infiammate che sono difficili da trattare e spesso lasciano una cicatrice.

Questo articolo discute l’aspetto dei diversi tipi di acne comedonica, la diagnosi, le cause e i migliori trattamenti.

acne comedonica

Cos’è l’acne comedonica?

L’acne comedone si verifica quando un follicolo pilifero è bloccato dal sebo e dalle cellule morte della pelle. Questo tipo di acne è caratterizzato da papule acneiche che fanno apparire la pelle irregolare. Queste imperfezioni sono chiamate comedoni, e solitamente  si sviluppano sulla fronte e sul mento.

I punti neri e i punti bianchi sono le forme più comuni di acne comedonica. I punti neri hanno comedoni “aperti”, mentre i punti bianchi hanno quelli “chiusi”. I comedoni che sono non visibili ad occhio nudo sono detti microcomedoni, quelli che invece sono molto più grandi del normale sono detti macrocomedoni.

Sebbene questa forma acneica possa svilupparsi in qualsiasi età, è molto comune nei giovani adolescenti. (articolo)

 

Come riconoscerla?

Quando la melanina presente nella pelle entra in contatto con l’aria nella parte superiore di un comedone aperto, si ossida e diventa scuro. I punti neri infatti si chiamano così poiché sono aperti, al contrario dei punti bianchi che hanno superfici chiuse.

L’acne comedonica non è una condizione infiammatoria poiché le lesioni di solito non contengono pus o batteri che possono causare l’acne e i punti non sono rossi generalmente come accade nell’acne classica.

L’acne comedonica differisce anche da altri tipi perché le sue lesioni tendono ad essere piccole. I medici di solito considerano l’acne comedonica una forma lieve di acne.

 

Sintomi dell’acne comedonica

L’acne comedonica è diversa dall’acne tipica. I comedoni non sono rossi o infiammati come un tipico brufolo e non tendono ad avere pus. Invece, si sviluppano come protuberanze più piccole e non infiammatorie chiamate papule che possono essere chiuse o aperte.

I comedoni sono più comuni sulla fronte, sul mento e sulla mascella, ma possono anche svilupparsi sul viso, collo, e altre parti superiori.

I sintomi possono variare da lievi a gravi a seconda della vastità della copertura delle aree della pelle.

 

Tipologie

Esistono diversi tipi di acne comedonica

Punti bianchi

I punti bianchi, o comedoni chiusi hanno un colore che varia dal bianco al color carne. Si verificano quando il follicolo pilifero è completamente bloccato o chiuso. Appaiono più spesso sulla fronte, sul mento e sulle guance.

Non sono dolorosi e non contengono pus o un’infezione.

I punti neri

I punti neri o comedoni aperti, si verificano quando il follicolo pilifero è aperto e la melanina si ossida a contatto con l’esterno diventando scura alla vista. Si formano in genere sui lati e sul naso, sul mento, sulle spalle e sulla schiena.

Microcomedoni

I microcomedoni sono il più piccolo di tutti gli inestetismi dell’acne. Sono invisibili ad occhio nudo e sono semplicemente comedoni appena nati.

Macrocomedoni

I macrocomedoni sono comedoni chiusi o aperti più grandi del solito. Di solito, sarà aperto poiché sarà abbastanza grande da spingere fino all’apertura di un poro.

 

Cause

I comedoni si formano quando il sebo in eccesso e le cellule morte della pelle bloccano le ghiandole sebacee. Ciò fa sì che i pori interessati si gonfino verso l’esterno e creino protuberanze.

Come la maggior parte dei tipi di acne, anche questa è molto comune durante il periodo adolescenziale. Tuttavia, può verificarsi a quasi tutte le età, compresa l’età adulta.

L’acne comedone a volte può essere un segno più lieve di acne classica in arrivo, specialmente quando compare durante la pubertà. Detto questo, avere i comedoni non significa necessariamente che avrai i brufoli.

Tra i fattori che contribuiscono maggiormente all’acne comedonica troviamo:

  • irritazione della pelle da contatto attraverso l’uso eccessivo di oli e prodotti per la pelle
  • produzione eccessiva ormonale di testosterone
  • Trattamento della pelle, come spremere i brufoli, peeling chimico ecc
  • Fumare aumenta la  probabilità di sperimentare l’acne comedonica
  • fattori dietetici  come mangiare troppo zucchero

L’acne comedone tende ad essere ereditaria, se qualcuno della tua famiglia soffre di questa condizione è probabile che ne soffrirai anche tu.

 

Trattamento

Il trattamento dell’acne comedonica comporta un cambiamento nello stile di vita e nella cura della tua pelle.

Una routine di cura della pelle progettata per ridurre questo tipo di acne può includere:

  • lavare il viso due volte al giorno con un sapone neutro e acqua non troppo calda per evitare ulteriori irritazioni
  • Non utilizzare prodotti per la cura della pelle come i cosmetici

Inoltre potresti dover applicare quotidianamente un farmaco topico da banco che ti verrà prescritto dal tuo medico curante o da un dermatologo professionista.

Tra i migliori trattamenti farmacologici per l’acne comedonica troviamo:

  1. Acido salicilico: rimane una delle prime linee di difesa per il trattamento dell’acne comedonica. In grado di uccidere i batteri dell’acne e ridurre l’infiammazione o il rossore associati all’acne (studio).
  2. Acido glicolico: L’acido glicolico pulisce i pori e rimuove gli strati superiori della pelle, compresi i comedoni (articolo
  3. Perossido di benzoile: ha un effetto antibatterico e sblocca i pori. (articolo).

Tieni presente che con qualsiasi trattamento per l’acne comedonica, ci vogliono circa 8 settimane per vedere risultati visibili.

Se un’acne non risponde a questi trattamenti dopo diversi mesi, la persona può trarre vantaggio dalla visita di un dermatologo, che può prescrivere farmaci topici chiamati retinoidi. I retinoidi sono derivati ​​della vitamina A che aiutano nel ricambio cellulare della pelle.

Raramente, l’acne comedonica non risponde ai trattamenti topici. In questo caso, un medico può raccomandare trattamenti come la microdermoabrasione e l’elettrochirurgia.

 

Prevenzione

Piccoli focolai di comedoni possono essere prevenuti o ridotti al minimo regolando il modo in cui ti prendi cura della tua pelle.

Questi sono i nostri suggerimenti per aiutare a prevenire questa lieve forma di acne:

  • Lavare il viso non più di due volte al giorno: la pulizia frequente della pelle a tendenza acneica può causare irritazioni e lasciare la pelle secca e infiammata, aumentando il rischio di acne.
  • Usa prodotti per la pelle non oleosi: creme idratanti, detergenti e cosmetici non oleosi progettati per prevenire l’ostruzione dei pori. Si trovano sotto il nome di anti-comedogenico o anti-acneico.
  • Mantieni puliti gli accessori per il trucco: Il sebo e le cellule morte della pelle possono accumularsi sui prodotti che utilizzi per truccarti. Sciacqua abbondantemente e lascia asciugare per bene.
  • Rimuovere il trucco prima di mettersi a letto: Usa uno struccante senza alcol per evitare irritazioni.

 

Conclusione

L’acne comedonica è una forma più lieve di acne ma che può dare spesso molti fastidi.

Il medico può suggerire un farmaco topico, incluso acido salicilico o perossido di benzoile per aiutarti a combatterla.

Se l’acne diventa difficile da trattare, soprattutto se compare un numero crescente di papule, consultare un dermatologo.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati