L’acne è una comune condizione infiammatoria della pelle che si verifica quando i follicoli piliferi si ostruiscono e si riempiono di sebo, di cellule morte e di batteri causando macchie e brufoli in particolare sul viso, spalle e schiena.

La nostra pelle è un organo complesso formato da più strati. Quello più esterno è detto epidermide, poi c’è uno strato intermedio detto derma e infine troviamo il tessuto sottocutaneo. I peli e le ghiandole sebacee originano nel derma e ogni pelo ha una ghiandola sebacea congiunta che produce il sebo, ovvero il grasso che serve a mantenere elastica e a proteggere la nostra pelle.

A volte soprattutto in età adolescenziale, queste ghiandole producono molto sebo, accumulandosi all’interno della ghiandola.

In questo articolo parleremo di acne, dei fattori di rischio e dei trattamenti.

Cos’è l’acne?

L’acne è una condizione della pelle comune in cui i pori della pelle vengono bloccati da sebo batteri e cellule morte della pelle. Queste ostruzioni producono punti neri, punti bianchi, noduli e altri tipi di brufoli.

È la condizione della pelle più comune che le persone sperimentano, infatti circa l’80% delle persone in età giovanile avrà almeno una forma lieve di acne. (articolo)

 

Cause

La pelle umana ha dei piccoli fori chiamati pori che si collegano alle ghiandole sebacee sotto la pelle. Ogni poro della tua pelle è l’apertura esterna di un follicolo, il quale è formato da un capello e da una ghiandola sebacea. Le ghiandole sebacee producono un liquido oleoso grasso chiamato sebo, che trasporta le cellule morte della pelle attraverso i follicoli verso l’esterno. I brufoli crescono quando questi follicoli si bloccano e l’olio si accumula sotto la pelle.

L’acne può verificarsi quando:

  • I follicoli producono troppo sebo, e questo accade soprattutto durante l’adolescenza
  • le cellule morte della pelle si accumulano nei pori
  • I batteri si accumulano nei pori

Secondo uno studio l’acne dipende anche dal tipo di batteri e non tutti i batteri provocano brufoli.

Tipi di acne

L’acne provoca diversi tipi di brufoli. I follicoli piliferi ingrossati o ostruiti sono definiti come comedoni. (articolo)

I tipi di acne includono:

  • Punti bianchi: i follicoli ostruiti chiusi appaiono all’esterno come un punto bianco.
  • Punti neri: i follicoli ostruiti aperti, che raggiungono la superficie della pelle e si aprono appaiono neri perché l’aria scolorisce il sebo.

Quando il tappo resiste e il sebo continua ad accumularsi nel follicolo del pelo, si crea un’infiammazione lacerando la guaina del pelo e se l’infiammazione trova una via d’uscita possono verificarsi:

  • Papule: lesioni infiammate che appaiono come piccole protuberanze rosa sulla pelle.
  • Pustole o brufoli: papule piene di pus che possono essere rosse alla base.

Se l’infiammazione non trova ancora via d’uscita possono verificarsi:

  • Noduli: lesioni solide grandi e dolorose che si depositano in profondità della pelle.
  • Acne cistica: lesioni profonde, dolorose e piene di pus

 

Fattori di rischio

Tra i fattori di rischio principali troviamo:

  • cambiamenti ormonali causati dalla pubertà come androgeni.
  • alcuni farmaci, come alcune pillole anticoncezionali o corticosteroidi
  • una dieta ricca di carboidrati raffinati come pane e patatine
  • ereditarietà
  • cosmetici
  • stress

Durante la pubertà il rischio di sviluppare acne aumenta, per via dei cambiamenti ormonali. Questi cambiamenti possono innescare la produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee, portando ad un aumento del rischio di questa condizione. Solitamente scompare quando si raggiunge l’età adulta.

 

Trattamento

Acne lieve

L’acne lieve può essere trattata a casa attraverso farmaci da banco e rimedi casalinghi tra cui :

  • pulire la pelle ogni giorno con un sapone delicato per rimuovere l’olio in eccesso e lo sporco
  • lavarsi i capelli regolarmente
  • non spremere i brufoli, che diffondono batteri e sebo in eccesso
  • non toccarti il ​​viso con le mani sporche

Puoi usare dei saponi per lavarti il viso a base di zolfo, un ottimo alleato in caso di acne. Puoi trovarlo qui.

 

Acne moderata e grave

In questi casi dovrai rivolgerti ad un dermatologo che ti consiglierà il migliore trattamento. Tra questi troviamo:

Corticosteroidi

In caso di acne cistica, quando una cisti infiammata si rompe, può portare a cicatrici. Le iniezioni di corticosteroidi possono essere utili per prevenire le cicatrici e ridurre l’infiammazione.

Antibiotici

Gli antibiotici vengono prescritti nei pazienti con acne grave, in caso di infezione da Propionibacterium acnes. Gli antibiotici possono combattere la crescita dei batteri e ridurre l’infiammazione.

Isotretinoina

Un derivato della vitamina A utilizzato per il trattamento dell’acne cistica e acne grave. E’ un farmaco dagli effetti collaterali importanti e troppo gravi, in grado di provocare malformazioni del feto, perciò non deve essere utilizzato in gravidanza, allattamento e pre-gravidanza.

In genere viene utilizzato solo quando gli altri trattamenti non funzionano.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati