L’aglio è una pianta erbacea originaria dell’asia centrale appartenente alla stessa famiglia delle cipolle, erba cipollina e scalogno.

Le sue origini sembrano risalire a circa 4000 anni fa, ai tempi dell’antico egitto e diverse citazioni rinvengono anche nei testi biblici; precisamente nell’Esodo, nel passo dove gli ebrei fuggono dall’egitto, perciò una volta giunti nella terra promessa iniziarono ad usare l’aglio come condimento.

Le proprietà benefiche dell’aglio erano già conosciute fin dai tempi dell’impero romano venendo distribuito tra i soldati per prevenire le infezioni delle vie respiratorie e per disinfettare le ferite.

Ippocrate definì l’aglio un rimedio contro i parassiti intestinali e ne aveva sempre uno nel suo armadietto medicinale, utilizzandolo sia come disinfettante, sia per le malattie polmonari.

 

Caratteristiche

L’aglio è una pianta bulbosa appartenente alla famiglia delle Liliacee, lo stesso gruppo delle cipolle, erba cipollina, porro e scalogno e può essere coltivato durante tutto l’arco dell’anno purchè le piante siano ben esposte alla luce solare.

La pianta è caratterizzata da un fusto con lunghe foglie che possono arrivare fino ad un’altezza di 70 cm circa. La parte che utilizziamo è chiamata bulbo e può contenere fino ad un massimo di 14 spicchi.

Particolarmente resistente al freddo, ma la condizione ideale per la fioritura si assesta sui 10-15 gradi e preferisce terreni sabbiosi e permeabilisenza ristagni d’acqua

 

Allicina

L’allicina è il principio attivo presente nei bulbi dell’aglio ed è un amminoacido non proteinogenico ritenuto responsabile della maggior parte dell’attività farmacologica.

L’allicina non si forma gia in natura ma soltanto in seguito allo schiacciamento o al taglio degli spicchi contenuti nel bulbo. In particolare viene rilasciato un enzima chiamato allinasi che interagisce con un amminoacido contenuto nell’aglio, l’allina, formando l’allicina.

Tra le principali applicazioni dell’allicina si evidenziano le sue proprietà antiparassitarie e antimicrobiche e potremmo definire l’allicina l’antibiotico naturale per eccellenza, in grado di agire su numerosi batteri e contrastarli.

Proprietà dell’aglio

 

Aglio e diabete mellito

L’istituto delle scienze mediche di base dell’università di Shandong ha dimostrato che l’allicina ha un effetto protettivo sulle cellule endoteliali aortiche quando queste sono compromesse Aglio: proprietà e beneficidall’iperglicemia.

Nel diabete mellito può aumentare il rischio di aterosclerosi che si traduce in un aumento delle malattie cardiovascolari e la maggior parte dei pazienti ricoverati con questo tipo di problema è affetto da problemi legati alla glicemia.

L’iperglicemia diabetica causa alterazioni permanenti delle cellule endoteliali e aumenta lo stress ossidativo e sarà proprio quest’ultimo che contribuirà alla disfunzione endoteliale anche quanto i livelli glicemici si saranno normalizzati. (studio)

Aglio e colesterolo

L’allicina contenuta può aiutare a ridurre i livelli colesterolo nel sangue.

Lo studio condotto dal College of Biological and Environmental Engineering, Zhejiang Shuren University, Hangzhou ha dimostrato che l’allicina ha proprietà ipocolesterolemizzanti, a tal proposito sono stati presi topi maschi e divisi in due gruppi ma solo ad uno è stato somministrato allicina.

Al termine dell’esperimento i topi alimentati con allicina avevano avuto una notevole riduzione del colesterolo nel sangue, trigliceridi e glucosio.

 

Aglio e pressione sanguigna

In uno studio del 2013 sono stati presi 210 pazienti con ipertensione, sono stati successivamenti divisi in 7 gruppi di 30 persone e a 5 gruppi è stato somministrato aglio in compresse, invece a 2 gruppi un placebo, in tutti i gruppi trattati con aglio è stata osservata una riduzione della pressione arteriosa sia sistolica (SBP) che diastolica (DBP)

 

Danno muscolare

L’allicina è in grado di alleviare i danni muscolari indotti dall’esercizio fisico. Durante l’attività fisica svolta a una certa intensità, i nostri muscoli subiscono dei danni, essenziali per la crescita muscolare. Il nostro organismo avvia una serie di processi per reinstaurare l’omeostasi corporea.

L’aglio sembrerebbe in grado di alleviare i sintomi e i danni indotti dall’allenamento e per studiare gli effetti dell’allicina sul danno muscolare, è stato condotto uno studio. Hanno reclutato due gruppi di atleti e somministrato aglio solo ad un gruppo. I risultati dimostrano che coloro che hanno ricevuto l’integratore di aglio percepivano un dolore muscolare minore rispetto al gruppo trattato con placebo.

 

Effetti collaterali

L’aglio ad alte dosi può causare:

  1. nausea
  2. bruciore di stomaco
  3. meteorismo
  4. diarrea

 

Interazioni farmacologiche

Non deve essere utilizzato in concomitanza con i farmaci per l’ipertensione poiché potrebbe abbassare la pressione sanguigna. Lo stesso discorso vale per i diabetici e coloro che assumono farmaci ipoglicemizzanti.

Prima di assumere un integratore di aglio bisogna assolutamente parlarne con il proprio medico o con un professionista esperto.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati