I batteri sono organismi unicellulari non visibili ad occhio nudo e sono cellule procariote.Tutti gli organismi viventi sulla terra infatti, sono costituiti da uno dei due tipi di cellule: le cellule eucariotiche, in cui il materiale genetico (DNA) si trova all’interno del nucleo, o le cellule procariotiche, in cui il DNA non è separato dal resto della cellula.

Alcuni batteri possono essere dannosi per l’organismo, ma la maggior parte ha uno scopo utile. Sostengono molte forme di vita, sia vegetali che animali, e vengono utilizzate nei processi industriali e medicinali.

 

Cosa sono i batteri?

I batteri sono organismi semplici unicellulari. Sebbene siano molto piccoli, sono altamente potenti e complessi e possono sopravvivere in condizioni davvero estreme. I batteri hanno un rivestimento protettivo molto resistente che aumenta la loro resistenza nei confronti dei globuli bianchi del sistema immunitario. Di solito misurano pochi micrometri di lunghezza e coesistono in comunità di milioni, si stima che un grammo di terreno possa contenere circa 40 milioni di cellule batteriche e un millilitro di acqua dolce di solito contiene circa un milione di cellule batteriche.

Alcuni hanno una coda, detta flagello che li aiuta a muoversi. Altri batteri hanno appendici appiccicose simili a peli che aiutano i batteri ad attaccarsi alle superfici dure e alle cellule del corpo umano dove possiamo trovare numerosi tipi di batteri diversi, specialmente nell’apparato digerente.

 

Tipi di Batteri

I batteri possono essere aerobi, anaerobi o anaerobi facoltativi. Questi termini descrivono come rispondono all’ossigeno.

  • I batteri aerobici hanno bisogno di ossigeno per vivere.
  • I batteri anaerobici vivono in ambienti privi di ossigeno, e muoiono se vengono messi in un ambiente con ossigeno.
  • Gli anaerobi facoltativi funzionano meglio con l’ossigeno ma non ne hanno necessariamente bisogno.

Inoltre vengono classificati in base alla loro forma e troviamo

  • bacilli, a forma di bastoncino
  • cocchi: a forma sferica
  • vibrioni: a virgola
  • spirilli: a spirale
  • spirochete: a cavatappi

 

I batteri si suddividono in patogeni (dannosi) e commensali (non provocano malattie). Tra i patogeni troviamo:

 

Cocchi gram positivi:

Stafilococco: presente sulla cute e nel tratto intestinale, causando infezioni della pelle.

Streptococco: presente nelle prime vie respiratorie e causa gravi polmoniti, sinusiti e otiti.

Enterococco: presente nell’intestino e provoca infezioni delle vie urinarie

 

Cocchi gram negativi:

Meningococco: si deposita nella faringe e raggiunge il SNC dove causa l’infiammazione delle meningi ed encefalo.

Gonorrea: si trasmette attraverso l’atto sessuale, depositandosi nell’apparato genitale.

 

Bacilli gram positivi:

Bacillo di Klebs-Löffler: responsabile della difterite che provoca infezione delle tonsille e della faringe.

Bacillus anthracis: responsabile dell’antrace che provoca lesioni nella cute dell’uomo.

Bacillo di Nicolaier (clostridi): responsabile del tetano, agisce nel sistema nervoso centrale.

 

Bacilli gram negativi

Pertussis: agente patogeno della pertosse

Influenzae: presente nel tratto rinofaringeo e può causare meningite e polmonite.

Pseudomonas aeruginosa: causa numerose malattie tra cui polmonite e otite.

 

Enterobatteri

Salmonella: patogeno con regressione spontanea che provoca gastroenteriti e ci si infetta attraverso l’ingestione di cibo contaminato.

Escherichia Coli: si trova nel tratto gastrointestinale e causa gastroenteriti e infezioni urinarie.

Proteus: causa infezioni urinarie fino a portare ai calcoli renali.

 

Dove vivono i batteri?

I batteri vivono in qualsiasi parte della terra, infatti possono essere trovati nel suolo, nell’acqua, nelle piante, negli animali, nei rifiuti, nel ghiaccio. Alcuni vivono anche fino a 10.000 metri di profondità.

I batteri aerobici, possono vivere solo dove c’è l’ossigeno causando problemi all’ambiente umano, come incrostazioni, problemi di limpidezza dell’acqua o cattivi odori. Quelli anaerobici, possono crescere solo dove non c’è ossigeno. Negli esseri umani, avviene principalmente nel tratto gastrointestinale. Possono anche causare gas, botulismo e molte infezioni dentali. Quelli anaerobi facoltativi, possono vivere con o senza ossigeno, ma preferiscono ambienti dove c’è ossigeno. Si trovano principalmente nel suolo, nell’acqua, nella vegetazione. Gli esempi includono Salmonella.

 

Uso odierno e benefici

Alcuni tipi di batteri fanno bene al nostro organismo e si trovano nel sistema digestivo. Questi batteri aiutano a scomporre il cibo e a mantenerti in salute.  Altri batteri buoni in grado di produrre ossigeno vengono utilizzati per creare antibiotici o utilizzati nella produzione alimentare di yogurt e cibi fermentati. I batteri come Lactobacillus insieme a lieviti e muffe vengono utilizzati per preparare alimenti come formaggio, salsa di soia, aceto, yogurt e sottaceti. Non solo la fermentazione è utile per conservare gli alimenti, ma alcuni di questi alimenti possono offrire benefici per la salute.

Le industrie farmaceutiche utilizzano i batteri nella produzione di determinate sostanze e sono necessari nella produzione degli antibiotici.

 

Conclusioni

Sebbene ci siano molti più batteri buoni che cattivi, alcuni sono dannosi. Se entri in contatto con batteri nocivi, possono riprodursi nel tuo corpo e rilasciare tossine che possono danneggiare i tessuti del tuo corpo e farti sentire male. Questi sono chiamati patogeni perché causano malattie come mal di gola, polmoniti, meningiti, tubercolosi e intossicazione alimentare.

Perciò stai attento a cosa mangi e come cucini il cibo e cerca di conservarlo nel modo esatto.

 

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati