Il sangue deve scorrere in maniera fluida e liquida per tutto il corso della vita all’interno delle vene e delle arterie. A volte il sangue passa dallo stato liquido allo stato semisolido e gelatinoso, in condizioni normali, per bloccare un’emorragia causata da ferite o tagli, questo è chiamato coagulo di sangue.

La coagulazione è un processo normale ed essenziale che impedisce al tuo corpo di sanguinare troppo quando ti fai male. Tuttavia, il coagulo  di sangue che si forma in alcuni punti e non si dissolve autonomamente. Ciò può essere pericoloso per la tua salute, poichè potrebbe causare infarti e ictus.

In questo articolo ti mostreremo cos’è un coagulo di sangue, come si forma, quali sono i sintomi e i migliori trattamenti.

coagulo di sangue

Come si forma un coagulo di sangue?

Un coagulo di sangue, normalmente, si forma in risposta a una lesione di un vaso sanguigno, come un taglio o una ferita.  Due sostanze, le piastrine e la fibrina si combinano per formare quello che viene chiamato un tappo piastrinico per bloccare il taglio o la ferita.

In alcuni casi un coagulo di sangue può formarsi dove non si sarebbe dovuto formare, e qui si parla di trombo. Se il coagulo rimane immobile nel punto dove si è formato si parla di trombosi, se invece si sposta stiamo parlando di embolia o tromboembolia.

Un coagulo di sangue immobile generalmente non arrecherà danni, ma c’è la possibilità che possa muoversi e diventare pericoloso. Se un coagulo di sangue formatosi in una vena si libera e viaggia fino al cuore, può bloccarsi e impedire il flusso del sangue.

Un coagulo di sangue che si forma in una delle vene più grandi del tuo corpo è chiamato trombosi venosa profonda (TVP), poiché a differenza di un coagulo di sangue formatosi in una vena superficiale, ha più possibilità di staccarsi e viaggiare verso i polmoni. Se dovesse bloccare un vaso sanguigno polmonare, può causare un’embolia polmonare.

Un trombo che si forma in una vena in superficie rispetto alla pelle, raramente viaggia verso i polmoni, a meno che non si sposti dal sistema venoso superficiale al sistema venoso profondo.

 

Sintomi di un coagulo di sangue

È possibile avere un coagulo di sangue senza sintomi apparenti e se compaiono potrebbero essere simili ad altre condizioni di salute.

I sintomi dipendono da dove si forma un coagulo nel tuo corpo, tra cui:

  • Addome: i coaguli di sangue nella zona della pancia possono causare dolore o nausea, vomito, diarrea, feci sanguinolente, gonfiore addominale.
  • Braccia o gambe: un coagulo di sangue che si forma in un arto, questo può risultare doloroso al tatto, si gonfia, diventa rosso e caldo. Solitamente i sintomi si concentrano solo su braccio o una gamba e quasi mai su tutti e due. E’ molto raro avere un coagulo di sangue su entrambi gli arti.
  • Cervello: un coagulo di sangue nel cervello viene comunemente detto ictus. I sintomi includono difficoltà nel parlare, vedere, muoversi o l’incapacità di sensazione di un lato del corpo e convulsioni.
  • Cuore o polmoni: un coagulo di sangue nel cuore causerà i sintomi di un attacco cardiaco come dolore toracico importante, sudorazione, dolore lungo il braccio sinistro e respiro corto.
  • Polmoni: Un coagulo di sangue nei polmoni può causare dolore al petto, difficoltà respiratorie e talvolta può portare a tosse con sangue.

 

Quali sono le cause di un coagulo di sangue?

Il coagulo di sangue che si forma nelle arterie è solitamente causato da depositi di grasso che bloccano il flusso sanguigno. Il coagulo di sangue che si forma nelle vene ha una varietà di cause tra cui:

  • Malattie o lesioni nell’area in cui si forma il coagulo di sangue
  • Immobilità o mancanza di movimento
  • osso rotto
  • malattie ereditarie
  • malattie autoimmuni
  • alcuni farmaci come quelli sul controllo delle nascite o terapia ormonale

Alcuni fattori sulle scelte di vita, come:

  • Obesità
  • Sedentarietà
  • Fumo di sigaretta

I coaguli di sangue diventano più comuni man mano che le persone invecchiano, specialmente quando hanno più di 65 anni.

 

Diagnosi

I sintomi del coagulo di sangue possono essere molto simili ad altre condizioni di salute. I medici utilizzano una varietà di test per rilevare i coaguli di sangue e escludere altre cause. Se il medico sospetta un coagulo di sangue, può consigliare:

  • L’ecografia: fornisce una visione chiara delle vene e del flusso sanguigno.
  • TAC: della testa, dell’addome o del torace può essere utilizzata per confermare la presenza di un coagulo di sangue.
  • L’angiografia a risonanza magnetica (MRA): è un esame simile a un test di risonanza magnetica (MRI), ma che esamina specificamente i vasi sanguigni.
  • Le scansioni V/Q: testano la circolazione dell’aria e del sangue nei polmoni.

 

Trattamento

Durante il trattamento si cerca di impedire che il coagulo di sangue si ingrandisca troppo o viaggi nel flusso sanguigno. Il trattamento dipende da dove si trova il coagulo di sangue e dalla gravità della situazione. Il medico potrebbe consigliare:

Farmaco anticoagulante

Gli anticoagulanti aiutano a prevenire la formazione di coagulo di sangue. Nei casi più gravi vengono utilizzati dei farmaci chiamati trombolitici, i quali possono dissolvere i coaguli già formati.

Calze compressive

Sono calze aderenti che forniscono pressione per aiutare a ridurre il gonfiore delle gambe o prevenire la formazione di coaguli.

Chirurgia

In una procedura di trombolisi diretta da catetere, gli specialisti dirigono un catetere, quindi un lungo tubo verso il coagulo di sangue. Il catetere fornisce il farmaco direttamente al coagulo per aiutarlo a dissolversi.

Nella chirurgia della trombectomia, i medici utilizzano strumenti speciali per rimuovere manualmente un coagulo di sangue.

Filtri cavali

I filtri della vena cava inferiore sono dispositivi in grado di intrappolare meccanicamente i tromboemboli provenienti dal sistema venoso degli arti inferiori e di impedire, quindi, che questi raggiungano il circolo polmonare.

 

Conclusioni

La diagnosi di un coagulo di sangue dai soli sintomi è molto difficile. Secondo il CDC quasi il 50 percento delle persone con Trombosi venosa profonda non ha sintomi.’

Dovresti chiamare immediatamente il medico se pensi di poter avere un coagulo di sangue. Un operatore sanitario esaminerà i tuoi sintomi e la tua storia medica e ti farà sapere quali esame effettuare.

In molti casi, il primo passo sarà un’ecografia. Questo esame mostrerà un’immagine delle tue vene o arterie, che può aiutare il tuo medico a fare una diagnosi.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati