Il trekking uno dei migliori modi per passare una giornata diversa, immersi nella natura per sfuggire dalla monotonia quotidiana, almeno per un giorno. Sempre più persone negli ultimi anni si stanno appassionando alla montagna e stanno scoprendo la bellezza di luoghi incantevoli e paesaggi magici.  La montagna però, è un luogo molto pericoloso se non si sa perfettamente cosa fare e soprattutto se non si ha l’attrezzatura adatta al tipo di percorso che si vuole intraprendere. Ti può sembrare una cosa semplice, ma soprattutto se sei un escursionista principiante, sapere esattamente cosa mettere nello zaino da trekking è il miglior modo per iniziare la tua avventura in montagna. Ecco perché ho stilato un lista della migliore attrezzatura da trekking che dovresti portare in ogni escursione.

zaino da trekking

Cosa mettere nello zaino da trekking

Zaino

Se parliamo di cosa mettere nello zaino da trekking dobbiamo prima acquistare uno zaino da trekking. Per addentrarsi in montagna lo zaino da trekking è essenziale, non si può pensare di fare trekking con una borsa a tracolla o semplicemente un borsello. Un buon zaino da trekking o da escursionismo deve mantenere le mani libere e distribuire uniformemente il peso degli elementi all’interno dello zaino per non andare a sovraccaricare la colonna vertebrale.

Le dimensioni dello zaino da trekking dipendono dal tipo di attività che andrai a svolgere, ma anche da quanti giorni pensi di restare in montagna. La capienza dello zaino è misurata in litri, in base al volume contenuto nella borsa.

Per una semplice escursione della durata di un giorno potrebbe bastare uno zaino da trekking che va dai 15 ai 30 litri, anche se uno zaino da trekking da 20 litri è più che sufficiente se non hai particolari attrezzature come la macchina fotografica, caricabatterie, fornelli, altrimenti devi optare per uno zaino da trekking più grande come quello da 30 litri.

Se invece hai intenzione di restare più di un giorno e dormire in un rifugio la capienza consigliata è dai 40 litri in su, in base ai giorni che pensi di restare. Naturalmente se resti più di un giorno l’abbigliamento di ricambio e il cibo andranno ad influire notevolmente sulla grandezza dello zaino da trekking.

zaino-trekking

 

Idratazione

Nello zaino da trekking non può mancare l’acqua. E’ assolutamente indispensabile mantenersi idratati quando si fa questo tipo di attività soprattutto d’estate. Il corpo ha bisogno di acqua per mantenere i tessuti idratati ed evitare la disidratazione con conseguenze critiche per l’intero organismo. Mantenere un bilancio idrico costante è indispensabile, altrimenti avrai un calo delle prestazioni ed un aumento della fatica.

Assicurati di portare acqua a sufficienza per coprire più del l’intero tragitto che dovrai affrontare. Per un intera giornata potrebbero bastare 4 litri suddivisi in due borracce da 1 litri e una sacca d’acqua da 2 litri.

Un modo più conveniente per portare meno peso sulle spalle è l’acquisto di un depuratore d’acqua che utilizzerete nei casi di emergenza. Il depuratore ti consente di filtrare l’acqua proveniente dai ruscelli, fiumi, laghi e attraverso un sistema di filtraggio elimina i batteri e la rende potabile. In questo modo potrete eliminare le due borracce e portare solo la sacca e il depuratore.

Sacca-Idratazione,-Sacca-da-Vescica-per-Idratazione

 

Kit primo soccorso

In montagna gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo. Non puoi mai sapere cosa succede per questo un kit di primo soccorso deve essere sempre presente all’interno dello zaino da trekking.

Un buon kit deve fornire: cerotti di varie dimensioni, termometro, salviette igienizzanti, fasce elastiche di varie dimensioni, coperta di sopravvivenza, forbici, pinzetta, estrattore di zecche, nastro adesivo e guanti in lattice. Da aggiungere dei farmaci antinfiammatori e i farmaci personali.

Kit-di-Pronto-Soccorso-Professionale

 

Bastoncini da trekking

I bastoni da trekking non devono essere considerati un articolo essenziale in quanto si può fare escursionismo anche senza. Il vantaggio di portare con sé dei bastoncini, è il ridotto impatto che si ha sulle ginocchia soprattutto nelle discese ripide, ma anche una stabilità e un equilibrio maggiore durante la camminata.

Alcuni escursionisti preferiscono affrontare le salite senza il supporto dei bastoni tipo me, e li utilizzano soltanto in discesa per dare maggiore supporto alle ginocchia, altri invece preferiscono usarli anche in salita per avere una maggiore forza e un miglior recupero tra una gambata e l’altra.

Il consiglio è quello di valutare voi a seconda del sentiero e della pendenza che state affrontando, non abbiate il timore di fermarvi per prendere i bastoni se questi vi danno un aiuto maggiore e vi permettono di salire con minori difficoltà.

Questi bastoni sono ripiegabili e possono essere attaccati con facilità all’esterno dello zaino da trekking.

Bastoni-Trekking-Bastoncini-da-Trekking-3-Sezioni

 

Illuminazione

A volte quando non si calcola bene il tempo o per un imprevisto capitato durante l’escursione capita di dover ritardare il rientro e può arrivare il buio senza che ve ne sarete accorti. Se ti ritrovi inaspettatamente nell’entroterra mentre la luce del giorno sta svanendo, sarai felice di avere una lampada per aiutarti a trovare la strada per il ritorno in macchina. Nello zaino da trekking non può assolutamente mancare una luce o un illuminazione notturna.

Una lampada frontale è la soluzione migliore in questi casi in quanto lascia entrambe le mani libere per tenere i bastoncini e altro. Anche la lampada del cellulare potrebbe bastare, ma in questi casi il cellulare deve essere usato il meno possibile e solo per le situazioni estreme.

lampada per zaino da trekking

 

Protezione solare

Il sole in montagna picchia veramente forte, soprattutto nei luoghi aperti senza la presenza di vegetazione che ripara dai raggi solari. In questi casi portare nello zaino da trekking una protezione solare e un balsamo per le labbra, anche quando il tempo sembra nuvoloso, potrebbe evitare il rischio di andare incontro a gravi scottature e labbra screpolate che debilitano il proseguimento dell’escursione.

Crema-Solare,-Montagna,-50+

 

Occhiali da sole e cappellino

Gli occhiali da sole sono essenziali in montagna in qualsiasi condizione climatica. Gli occhiali da solo servono per proteggere dai raggi UV che sono sempre presenti sia in inverno che in estate, sia con il sole che con la neve.

Le migliori lenti per la montagna sono quelle polarizzate, dotate di un filtro ottico chiamato polarizzatore, che neutralizza i riflessi provenienti dalle superfici lisce o brillanti dell’acqua, rocce, neve, sabbia, e possono proteggere gli occhi dai danni dei raggi solari UVA e UVB.

Il cappellino con visiera possibilmente, allo stesso modo, protegge dai raggi del sole sulla testa, ma anche dalla pioggia.

Occhiali-Da-Sole-Polarizzati

Cappello-da-Baseball,-Uomo-Donna-Regolabile-Berretto-da-Baseball

Caricabatterie portatile

Sia se prevedi di rimanere fuori per più giorni, sia se rimani per una sola giornata un caricabatterie portatile o powerbank è essenziale. Le batterie dei telefoni subiscono molte variazioni a seconda delle temperature che subiscono. In montagna i raggi solari potrebbe battere proprio sullo schermo del telefono surriscaldandolo e far scendere la batteria improvvisamente.

Un caricabatterie in questo caso è indispensabile, occupa pochissimo spazio all’interno dello zaino da trekking e a volte può salvarvi la vita.

PowerBank-5000mAh

 

Coltellino multiuso

I coltellini tascabili sono uno degli oggetti che puoi aggiungere al tuo kit per il trekking. Può essere usato per preparare il cibo o per tagliare una corda, una benda. E’ piccolo, compatto e ha numerose funzioni.

HONZIN-Coltellino-Tascabile-Multifunzione

 

Corda e moschettone

Chi fa trekking da tanti anni sa benissimo quali sono i pericoli che possiamo trovare in montagna, perciò una lunga corda e un moschettone devono essere sempre presenti all’interno dello zaino sia se fate la via ferrata che se fate il trekking normale. La corda può essere usata in caso di discese molto ripide legandola ad uno stabile che trovate lungo il percorso ed il moschettone può essere legato sia alla corda che ad un vostro appiglio per permettervi di scendere in sicurezza.

corda zaino da trekking

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post