La diastasi addominale, nota anche come separazione o divaricazione addominale, è una condizione comune tra le donne dopo il parto in cui i muscoli della cavità addominale si sono rilassati e separati.

La diastasi addominale è più frequente nelle neomamme che hanno subito una perdita di peso molto rapida. Si verifica quando il tessuto connettivo che normalmente sostiene gli organi interni e fornisce loro supporto si indebolisce e si separa l’uno dall’altro, creando uno spazio tra di essi.

La condizione causa diversi sintomi, come una sensazione di pienezza nella pancia, dolore alla schiena e riduzione della capacità della vescica, ma può essere trattata con semplici cambiamenti nello stile di vita.

La diastasi addominale colpisce 1 donna su 3 dopo il parto e la sua prevalenza aumenta con l’aumentare dell’età materna.

diastasi addominale

Che cos’è la diastasi addominale?

La diastasi addominale è una condizione in cui il tessuto connettivo che normalmente sostiene gli organi addominali e fornisce loro supporto si indebolisce e si separa l’uno dall’altro, creando uno spazio tra di essi.

Questa condizione è più comune tra le neomamme che hanno subito una perdita di peso molto rapida.

 

Sintomi della diastasi addominale

Durante le prime settimane dopo il parto, la maggior parte delle donne sperimenta una diastasi addominale da lieve a moderata. Molte di queste donne sperimentano questa condizione in assenza di sintomi.

Tuttavia, alcune possono avvertire lievi crampi addominali o una sensazione di pienezza nella pancia. I segni di questa condizione si attenuano se si interrompe la rapida perdita di peso.

Durante la fase iniziale di recupero, i muscoli addominali possono essere ancora deboli e colpiti da crampi. Le donne possono anche avvertire una sensazione di pienezza nella pancia senza sapere perché. L’addome può anche sembrare pesante e sporgente. Alcune donne avvertono gonfiore e costipazione.

Alcuni di questi sintomi si attenuano se si interrompe la rapida perdita di peso, ma molte donne continuano ad avvertire lievi crampi addominali, una sensazione di pienezza nella pancia e un addome pesante per mesi dopo il parto.

 

Cause della diastasi addominale

I tessuti connettivi indeboliti e stirati che causano la diastasi addominale di solito si riprendono entro poche settimane dalla ripresa del peso, ma a volte non è così. La perdita di peso prima della gravidanza e l’eccessivo esercizio fisico addominale sono le cause più comuni della diastasi addominale.

L’esercizio addominale, in particolare i piegamenti e gli addominali, migliora la forza dei muscoli addominali. L’esercizio addominale dovrebbe essere eseguito dopo la gravidanza, quando i muscoli addominali sono ancora deboli.

Esercitare questi muscoli quando sono ancora deboli può provocare crampi e peggiorare la separazione addominale. La rapida perdita di peso durante la gravidanza impoverisce l’organismo di minerali essenziali, come il potassio, il sodio e il calcio, che possono portare al distacco addominale.

 

Diastasi addominale: rimedi senza intervento

Poiché la diastasi addominale è una condizione comune tra le donne che hanno subito una rapida perdita di peso, può essere trattata senza chirurgia. Molte donne affette da diastasi hanno trovato sollievo seguendo questi semplici cambiamenti nello stile di vita:

  • Consumare piccoli pasti durante la giornata
  • Limitare l’assunzione di caffè: Il caffè aumenta i succhi gastrici e può peggiorare la separazione addominale.
  • Limitare l’assunzione di alcol: L’assunzione eccessiva di alcol può danneggiare la parete intestinale, provocando il distacco addominale.
  • Evitare gli alimenti che causano crampi: come i latticini, i fagioli e lo zucchero.
  • Evitare di fumare: Il fumo aumenta la pressione addominale e può peggiorare il distacco addominale.
  • Fare esercizio fisico regolare: L’esercizio fisico regolare rafforza i muscoli addominali e li aiuta a guarire.
  • Provate lo yoga o il pilates: Lo yoga e il pilates sono entrambi ottimi metodi per migliorare la postura e rafforzare i muscoli addominali.

 

Dieta ed esercizio fisico per guarire dalla diastasi addominale

Numerosi studi hanno dimostrato che le donne affette da diastasi addominale possono guarire i loro muscoli addominali seguendo una dieta specifica e facendo esercizio fisico regolare.

In uno studio, le donne che hanno seguito una dieta specifica e hanno praticato un esercizio cardiovascolare da basso a moderato per 6 settimane hanno avuto risultati migliori e meno complicazioni rispetto a quelle che hanno seguito le raccomandazioni tradizionali.

La dieta e l’esercizio fisico devono essere adattati alle proprie esigenze e ai propri obiettivi. Le donne che soffrono di distacco addominale e crampi dovrebbero seguire una routine di esercizi cardiovascolari a bassa o moderata intensità.

Possono anche provare tecniche di stretching e di rilassamento per ridurre i crampi. Una dieta ricca di verdure e povera di grassi, zuccheri e sale, integrata con olio di pesce, è consigliata per guarire la parete intestinale e ridurre il rischio di tumori intestinali.

 

Prevenzione della diastasi addominale dopo il parto

Una dieta sana con molta verdura e frutta è essenziale per prevenire la diastasi addominale dopo il parto. Inoltre, le donne che hanno subito una rapida perdita di peso prima della gravidanza possono seguire una dieta quotidiana con molta verdura, frutta e cereali integrali.

Anche le donne che non sono attente durante la prima gravidanza possono subire una rapida perdita di peso.

Uno stile di vita sano, che comprenda un regolare esercizio fisico e una dieta equilibrata, può aiutare a evitare la perdita di peso.

 

Quando rivolgersi al medico per la diastasi addominale

La diastasi addominale è una condizione importante per cui rivolgersi al medico. Può causare crampi, dolore addominale, gonfiore, costipazione o sensazione di pienezza nella pancia.

Le donne che avvertono uno di questi sintomi possono rivolgersi a un medico per escludere altre possibili condizioni. Il distacco addominale può causare diverse complicazioni, come infezioni del tratto urinario, costipazione o incontinenza.

Il gonfiore dopo il parto può anche essere un segno di una condizione medica, come un’infezione pelvica, una sepsi o un cancro. Le donne che presentano un distacco addominale devono rivolgersi immediatamente a un medico.

Il distacco addominale è una condizione importante che può causare diverse complicazioni, come infezioni del tratto urinario, costipazione o incontinenza. È importante rivolgersi immediatamente a un medico se si verifica.

 

Conclusioni

Il distacco addominale, noto anche come diastasi addominale, è una condizione delle donne dopo il parto in cui i tessuti connettivi che normalmente sostengono gli organi addominali si indeboliscono e si separano l’uno dall’altro.

Questa condizione è più comune nelle neomamme che hanno subito una rapida perdita di peso. Le donne possono guarire da questa condizione con una dieta sana, esercizio fisico regolare e tecniche di rilassamento.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati