Il colon irritabile, anche detto sindrome da intestino irritabile (IBS), è un disturbo intestinale caratterizzato da una serie di sintomi quali crampi, dolore addominale, gonfiore, gas, stipsi  e diarrea. Le connessioni tra cibo e salute sono ben note, ma c’è un interesse crescente su come il cibo possa influenzare i comportamenti e la funzione degli organi facenti parte dell’apparato gastro intestinale. In questo caso una dieta per il colon irritabile influenza in maniera importante la patologia e mira alla riduzione dei sintomi come parte integrante del trattamento.

Gli individui con sindrome dell’intestino irritabile (IBS) possono utilizzare strategie nutrizionali per aiutare a controllare e gestire i sintomi della malattia e migliorare la qualità della vita.

Il medico può raccomandare cambiamenti nella dieta per aiutare a trattare i sintomi del colon irritabile. Potrebbe essere necessario cambiare ciò che mangi per diverse settimane per vedere se i sintomi migliorano.

Fino al 70% delle persone con colon irritabile sperimentano sintomi intestinali dopo aver mangiato determinati tipi di alimenti e ciò che può scatenare sintomi in una persona potrebbe non innescare sintomi in qualcun altro. (articolo)

Perciò esistono delle strategie alimentari che possono aiutare a ridurre i sintomi. In questo articolo ti mostreremo le migliori diete per l’intestino irritabile.

dieta colon irritabile

Dieta FODMAP

L’acronimo sta per “Fermentable Oligosaccharides, Disaccharides, Monosaccharides, and Polyols”.

La dieta FODMAP o meglio low FODMAP è la migliore dieta per il colon irritabile. Per FODMAP si intendono quei carboidrati molto difficili da digerire per il nostro intestino, poiché a causa della loro fermentazione aumentano il gas, gonfiore e diarrea dopo averli mangiati. (articolo)

Una ricerca recente ha scoperto che le persone che seguivano una dieta a basso contenuto di questi alimenti avevano meno gonfiore addominale rispetto ad altre persone che seguivano una dieta regolare.

Esistono cinque tipi di FODMAP:

  • Fruttani: si trovano nel grano, orzo, cipolle, aglio, cavolo e broccoli
  • Fruttosio: si trova nella frutta e nel miele
  • Galattoligosaccaridi: legumi
  • Lattosio: latte e latticini
  • Polioli: patate dolci mele, sedano

Solitamente questa dieta prevede due fasi separate. Una prima fase che dura mediamente un mese, dove vengono eliminati o limitati tutti gli alimenti FODMAP e una seconda fase in cui gli alimenti vengono reintrodotti uno alla volta per valutare la tollerabilità.

Parla quindi con un dietista per stipulare una dieta FODMAP.

 

Dieta povera di fibre alimentari

In molti casi di colon irritabile un’elevata assunzione di fibre alimentari potrebbe comportare  un peggioramento dei sintomi. Eliminare questi alimenti potrebbe essere parte di una dieta per il colon irritabile.

La ricerca però sembra dire il contrario, ovvero che la fibra alimentare è inversamente associata al rischio di colon irritabile. Questo significa che assumere fibre nell’alimentazione potrebbe addirittura ridurre i sintomi della malattia.

Esistono due tipi di fibre alimentare:

  • La fibra solubile si trova nella frutta, nei legumi
  • La fibra insolubile si trova nelle verdure e nei cereali.

La fibra solubile è migliore per il colon irritabile poiché si dissolve nell’acqua presente nell’intestino, e non aumenta la massa come la fibra insolubile.

La ricerca suggerisce che le fibre che fermentano facilmente nel corpo portano a più gas intestinale.

 

Dieta senza glutine

Il glutine è una proteina presente nei cereali come il pane. La proteina può danneggiare l’intestino nelle persone che hanno intolleranza al glutine o nelle persone celiache. Questa proteina è presente negli alimenti che contengono cereali come grano, segale e orzo.

Una dieta per il colon irritabile potrebbe includere una dieta senza glutine. Infatti molte persone con IBS riporteranno un miglioramento dei sintomi quando eliminano il glutine dalla loro dieta.

Se una dieta a basso contenuto di FODMAP non è in grado di fornire sollievo, è possibile che il colon irritabile possa essere causato dal glutine, perciò tentare una dieta senza questa proteina è un ottimo modo per vedere se i sintomi migliorano.

Prima di iniziare una dieta priva di glutine, però, ricordati di testare la celiachia attraverso test sierologici, IgA transglutaminasi, anticorpi.

 

Benefici

La causa del colon irritabile non è chiara, la ricerca clinica è stata limitata per valutare l’efficacia di varie diete nel trattamento della malattia. Ciò che invece ci è dato sapere è che la causa è strettamente correlata alla cattiva alimentazione e alla dieta.

Ci sono alcune prove che le diete che vi abbiamo descritto andranno a beneficio di alcune persone con IBS, ma altre potrebbero non beneficiarne.

I benefici di una dieta per il colon irritabile variano dalla riduzione dei sintomi come la riduzione della diarrea e del gonfiore addominale, un migliore movimento intestinale e un miglioramento dello stile di vita.

Inoltre, la maggior parte delle volte sarà necessario un approccio individualizzato per personalizzare un programma dietetico efficace e sostenibile, sotto il controllo di un gastroenterologo.

 

Alimenti da mangiare

I principali alimenti che puoi mangiare in una dieta per la gastrite sono:

  1. Frutta: arance, fragole, mirtilli, uva, lamponi, kiwi, pere
  2. Verdura: carote, zucca, verdure a foglia verde
  3. Pesce: salmone e tonno
  4. Carne: pollo senza pelle
  5. Dolcificanti: stevia, agave
  6. Uova
  7. Cereali: riso e avena

 

Alimenti da evitare

  1. Frutta: pesche, anguria, pere, mango, mele, prugne, nettarine
  2. Legumi: ceci, fagioli, lenticchie
  3. Verdura: carciofi, cavolini di Bruxelles, cipolle, asparagi, broccoli, asparagi
  4. Dolcificanti: sorbitolo, xilitolo, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio
  5. Altro: grano, latticini, caffè e alcol

Parla con il tuo medico prima di iniziare una nuova dieta. Potresti andare a tentativi per capire cosa va bene per te. Cerca quindi di capire i tuoi sintomi in base a ciò che mangi e ascolta la reazione del tuo corpo alla dieta.

 

Conclusione

La dieta per il colon irritabile può essere difficile da sostenere, poiché richiede la limitazione di numerosi alimenti.

Sia le diete a basso contenuto di FODMAP che quelle prive di glutine o con o senza fibre alimentari hanno i loro vantaggi e svantaggi.

Parla con un medico o un nutrizionista per comprendere e stipulare la migliore dieta per il colon irritabile adatta alle tue esigenze.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati