La frutta fornisce alla nostra alimentazione moltissimi nutrienti essenziali di cui abbiamo bisogno. E’ infatti ricca di vitamine e minerali, fibre, acqua ma anche di zuccheri e carboidrati semplici. Molte persone probabilmente staranno riducendo l’assunzione giornaliera di zuccheri aggiunti, evitando le bevande zuccherate, le caramelle e i dolci, ma non pensano a quanto zucchero è contenuto nella frutta. Sebbene tutta la frutta contenga zuccheri, esistono alcune varietà di frutta con pochi zuccheri.

Eliminare lo zucchero dalla dieta può essere cosa buona e giusta, ma se stai pensando che ti dirò che dovrai eliminare la frutta solo perché contiene zuccheri naturali, non è così. La mancanza di questi alimenti importanti può portare a malattie croniche come il diabete e le malattie cardiache.

Scopri qual è la migliore frutta con pochi zuccheri, leggendo questo articolo.

frutta con pochi zuccheri

Frutta con pochi zuccheri

Kiwi

I kiwi sono un tipo di frutto originario del sud-ovest della Cina. Sono ricchi di vitamina C e poveri di zucchero, con soli 9 grammi di zuccheri ogni 100g. E’ un frutto che solitamente viene coltivato tutto l’anno ed è possibile trovarlo ovunque.

 

Fragole

Le fragole sono un’ottima opzione di frutta con pochi zuccheri. Dal sapore molto dolce, sono ricche di fibra alimentare e con un indice glicemico relativamente basso, di soli 25. Ogni 100 grammi contengono circa 5,3 grammi di zuccheri e sono un’ottima fonte di vitamina C.

 

Limoni

Certo, forse non sono il miglior frutto da mangiare in uno spuntino di metà pomeriggio, ma i limoni sono tra le migliori selezioni di frutta con pochi zuccheri che tu possa trovare.

Ad alto contenuto di vitamina C, contengono solo 2,5 grammi di zuccheri per ogni 100 grammi. Puoi spremere un limone nell’acqua frizzante come sostituto di bevande zuccherate o utilizzarlo come salsa per condimenti.

 

Mele

Una mela intera ha un indice glicemico (IG) medio, di 44. Ciò significa che la mela ha il potenziale di aumentare la glicemia meno di molti altri frutti. Inoltre apporta circa 10 g di zucchero per ogni 100 g.

 

Arance

Un’arancia standard ha 12 grammi di zucchero e più della quantità giornaliera raccomandata di vitamina C

Il succo d’arancia e tutti gli altri succhi di frutta acquistati al supermercato possono contenere zuccheri aggiunti.  Se hai intenzione di ridurre l’assunzione di zucchero, ti consigliamo di mangiare un frutto fresco piuttosto che un succo di frutta che può contenere zuccheri aggiunti.

 

Pompelmo

Questo frutto è un ottimo alimento sia per la colazione ma anche per gli spuntini, ed è per questo che è stato inserito tra la frutta con pochi zuccheri.

Un pompelmo fresco contiene 5,2 grammi di zuccheri ogni 100 grammi ed è ottimo se stai cercando di ridurre l’assunzione di zuccheri.

 

More

Anche le more sono una buona frutta con pochi zuccheri poiché contengono solo 5 grammi di zuccheri ogni 100 grammi. Sono ricchi di antiossidanti e fibre e hanno un indice glicemico basso, di solo 25. Sono anche una buona fonte di fibre e vitamine C, E e K.

 

Avocado

Se ti stai chiedendo se l’avocado è un frutto, la risposta è sì e ha anche pochi zuccheri. L’avocado è anche ricco di grassi buoni che proteggono il cuore e abbassano il colesterolo LDL (cattivo).

L’avocado apporta 1,8 grammi di zuccheri ogni 100 grammi.

 

Anguria

Tra la frutta con pochi zuccheri troviamo le angurie? Si, solitamente infatti, essendo un frutto fresco e molto dolce, l’anguria è spesso associata ad un frutto ricco di zuccheri, ma non è così.

Le angurie apportano solo 4 grammi di zuccheri ogni 100 grammi e inoltre sono anche una fonte di vitamina A, C e ferro.

 

Pesche

Sebbene sia particolarmente dolce, una pesca media contiene solo circa 6,1 grammi  di zucchero ogni 100 grammi. Le pesche sono una buona fonte di vitamina C e beta carotene, un antiossidante in grado di ridurre il danno cellulare indotto dallo stress ossidativo dei radicali liberi.

 

Perché dovresti mangiare la frutta con pochi zuccheri?

Mangiare frutta con pochi zuccheri è un modo salutare per soddisfare l’appetito e allo stesso modo ridurre l’assunzione giornalieri di zuccheri. La frutta è essenziale perchè oltre ad essere ricca di nutrienti, contengono molte vitamine, minerali, fibre.

Quindi integrare la frutta con pochi zuccheri sopra elencata ti aiuterà a mantenerti in forma con un peso sano e raggiungere il tuo dimagrimento.

Le persone con diabete dovrebbero comunque rivolgersi al proprio medico prima di assumere questo tipo di frutta con pochi zuccheri. Mangiare frutta come parte di una dieta sana non dovrebbe aumentare il rischio di diabete,a mangiare più della dose giornaliera raccomandata di frutta può far aumentare la glicemia a un ritmo più rapido rispetto ad altri, specialmente se si tratta di frutta ad alto indice glicemico (IG).

 

Conclusione

Mangiare la frutta con pochi zuccheri è un ottimo modo per restare in forma e integrare i nutrienti essenziali come vitamine e minerali contenuti nella frutta.

Tutti i frutti contengono zucchero, ma contengono anche nutrienti salutari, fibre e minerali, che li rendono un’alternativa molto migliore a molti alimenti trasformati.

Le persone con diabete dovrebbero rivolgersi ad un medico o nutrizionista prima di consumare frutta, seppur con pochi zuccheri.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati