La glicemia alta o iperglicemia è una condizione di salute che sta ad indicare gli alti livelli di zuccheri nel sangue che si verificano in seguito ad un malfunzionamento dell’insulina. Questo ormone, infatti, regola il passaggio del glucosio dal sangue alle cellule del corpo umano per la produzione di energia corporea, abbassando la glicemia nel sangue.

Alcune scelte dietetiche e uno stile di vita sedentario sono i fattori principali che possono contribuire alla glicemia alta nel sangue, che se non curata, nel corso del tempo, può causare gravi complicazioni come il diabete.

In questo articolo, esaminiamo cos’è la glicemia alta, quali sono i sintomi e qual è la cura e il trattamento.

Glicemia alta: cosa fare subito

L’iperglicemia è una condizione più o meno grave a seconda del periodo di tempo trascorso con questa condizione. I trattamenti principali comprendono un cambiamento dello stile di vita, una rivisitazione della propria alimentazione giornaliera, l’esercizio fisico e il monitoraggio dello stress.

Cambia la tua alimentazione

La cattiva alimentazione è molto spesso la causa principale della glicemia alta. Le farine bianche “raffinate”, i dolci pieni di zucchero e tutti i cibi ad alto indice glicemico causano dei picchi glicemici elevati, che se protratti nel corso degli anni possono sfociare in una condizione di iperglicemia.

Dovrai quindi sostituire in parte o completamente questi cibi con cibi a basso indice glicemico come le farine integrali. Molti piani alimentari poveri di carboidrati come la dieta chetogenica sono in grado di aiutarti con questa condizione, perciò ti consigliamo di parlarne con un nutrizionista che ti sappia indirizzare al meglio.

Esercizio fisico

L’esercizio fisico è uno dei modi migliori e più efficaci per mantenere i livelli di glucosio nel sangue stabili e abbassarli se diventano troppo alti. L’attività fisica utilizza le riserve di glicogeno ed è in grado di abbassare la glicemia.

Tuttavia, se hai il diabete per un lungo periodo di tempo e sei in terapia con insulina, parla con il tuo medico per vedere se ci sono degli esercizi che dovresti limitare quando i livelli di glucosio nel sangue sono alti. Una persona dovrebbe evitare l’esercizio se ha una grave iperglicemia e trova chetoni nelle urine. L’esercizio potrebbe accelerare la chetoacidosi.

Gestione dello stress

livelli elevati di stress possono influire sul sistema endocrino e sui livelli di zucchero nel sangue. I soggetti diabetici devono trovare modi per gestire lo stress, ad esempio provando tecniche di rilassamento e dormendo a sufficienza.

 

Sintomi della glicemia alta

Secondo il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), i livelli della glicemia nelle persone diabetiche sono superiori ai 130 mg/dl a digiuno e superiori ai 180 mg/dl 2 ore dopo i pasti.

L’iperglicemia è una condizione molto silenziosa, infatti, i sintomi possono non manifestarsi fino a quando i livelli di zucchero nel sangue non superano i 200 mg/dl, ma è probabile che anche a questi livelli così alti, i sintomi non si manifestino ancora del tutto, quindi una persona può avere la glicemia alta senza riscontrare dei sintomi per molti anni.

I sintomi della glicemia alta possono includere:

  • minzione frequente
  • sete eccessiva
  • irritabilità
  • mal di testa
  • visione annebbiata
  • fame intensa
  • perdita di peso
  • fatica

 

Complicazioni iperglicemia

L’iperglicemia cronica, se non trattata, può causare complicazioni più o meno gravi, tra cui:

  • Malattie cardiovascolari
  • Malattie renali
  • Neuropatie
  • Retinopatie
  • Problemi della pelle
  • Insufficienza renale
  • Chetoacidosi diabetica

 

Cause

La glicemia alta è solitamente associata sia al pre-diabete che al diabete, tra le cause principale troviamo:

abbuffate: mangiare più di quanto sia necessario

sedentarietà: la glicemia alta è spesso associata al mancato movimento

stress: nella vita quotidiana può rilasciare ormoni che mantengono il glucosio ad alti livelli nel sangue

Inoltre, l’iperglicemia può verificarsi nelle persone non diabetiche a causa di una malattia. In questo caso la risposta dell’organismo allo stress fisico con cambiamenti ormonali, influenza la glicemia nel sangue.

 

Ipoglicemia

L’ipoglicemia a differenza dell’iperglicemia, è una condizione caratterizzata dalla glicemia bassa e quindi se non c’è abbastanza zucchero nel sangue. Un basso livello di glucosio nel sangue è comune tra le persone con diabete di tipo 1 e tra le persone con diabete di tipo 2 che assumono insulina o altri farmaci ipoglicemizzanti.

In uno studio su persone con diabete che assumono insulina, 4 persone su 5 con diabete di tipo 1 e quasi la metà di quelle con diabete di tipo 2 hanno riportato un evento di ipoglicemia almeno una volta in un periodo di 4 settimane.

Livelli di glucosio nel sangue molto bassi richiedono un trattamento immediato e possono essere dannosi. Alcuni sintomi di glicemia eccessivamente bassa includono:

  • battito accelerato
  • ansia
  • tremore
  • irritabilità
  • sudorazione
  • fame

 

Conclusioni

La glicemia alta può verificarsi a causa di alterazioni dell’insulina, della cattiva alimentazione e di uno stile di vita sedentario. I sintomi includono minzione frequente, sete e fame intensa e mal di testa. Se una persona non affronta la glicemia alta, potrebbe sviluppare chetoacidosi, un pericoloso accumulo di prodotti di scarto.

Una buona gestione del diabete e un attento monitoraggio dei livelli di glucosio nel sangue sono entrambi mezzi molto efficaci per prevenire l’iperglicemia o fermarla prima che peggiori. Inoltre, prendi in considerazione l’aiuto di un nutrizionista che ti sappia consigliare un piano alimentare adatto alle tue esigenze.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati