I limoni sono un frutto popolare originari dell’asia utilizzati da numerose persone e sono tra gli agrumi più apprezzati al mondo. Appartenenti alla famiglia delle Rutaceae, sono un ibrido tra cedro e arancio amaro.

La loro origine è sconosciuta, anche se alcuni agricoltori pensano che provengano dall’India settentrionale. Crescono in tutta l’Europa meridionale nell’Asia orientale. Furono portati nel Nuovo Mondo da Cristoforo Colombo nel 1493. Oggi i principali produttori di limoni sono alcuni paesi degli Stati Uniti, paesi dell’europa meridionale (Italia, Spagna, Grecia), Australia e Sud Africa.

Ci sono molti modi per gustare i limoni, ma a causa del loro sapore molto aspro, di solito non vengono mangiati da soli o come frutto intero. Perciò, vengono utilizzati in cucina per usi secondari e il loro succo è spesso usato per fornire un sapore aspro. I limoni, inoltre, sono disponibili tutto l’anno, ma soprattutto d’estate.Sono un frutto estremamente versatile, si adattano per  molti scopi, infatti puoi mangiarli a fette, sorseggiare una sana acqua e limone, fare una limonata, guarnire il cibo con la loro buccia.

Limone valori nutrizionali

I limoni sono tra gli agrumi più popolari e apportano 29 kcal ogni 100 grammi. Contengono pochissimi grassi e proteine e sono costituiti principalmente da acqua per il 90% e per circa il 10% da carboidrati.

Descrizione Valore per

100 g

Energia (Kcal) 29
Acqua (g) 89
Proteine (g) 1,1
Lipidi (g) 0,3
Carboidrati (g) 9
Zuccheri (g) 2.5
Fibra (g) 2,8

Vitamine e minerali

I limoni sono un’ottima fonte di vitamina C, fornendo oltre la metà della dose giornaliera raccomandata. Ci sono anche quantità minime di tiamina, vitamina B6 e acido folico nel limone. Inoltre, contengono piccole quantità di calcio, ferro e potassio.

 

Benefici per la salute

I limoni sono un’ottima fonte di antiossidanti, che aiutano a combattere i radicali liberi che possono danneggiare le cellule, e le malattie connesse. Questi nutrienti possono aiutare aumentare la salute e il benessere.

Ecco alcuni dei possibili benefici del consumo di limoni

 

Limoni e salute del cuore

Le malattie cardiache sono la principale causa di mortalità nel mondo. Il consumo di frutta e verdura, ricca di vitamina C come i limoni, sembra avere un effetto protettivo contro la malattia coronarica, una malattia in grado di ridurre l’apporto sanguigno al cuore. (studio)

Inoltre bassi livelli di vitamina C nel corpo sono associati ad un aumento del rischio di ictus e infarto cerebrale, nei soggetti in sovrappeso e ipertesi. (studio)

Uno studio del 2014 effettuato su donne giapponesi che camminavano regolarmente e consumavano limone, ci suggerisce che avevano più la pressione sanguigna bassa rispetto alle persone che non lo facevano.

“Di conseguenza, è stato suggerito che l’assunzione giornaliera di limone e la camminata siano efficaci per l’ipertensione perché entrambi hanno mostrato una significativa correlazione “negativa” con la pressione sanguigna sistolica”.

 

Limone e anemia

La carenza di ferro è una delle principali cause di anemia. Il ferro è un nutriente indispensabile per la vita, grazie ai suoi ruoli chiave in una miriade di processi cellulari.

È oggi noto, che la vitamina C  è fondamentale per la formazione del collagene e la prevenzione dello scorbuto. Tuttavia, un fatto sottovalutato è che la vitamina C, è anche essenziale per l’assorbimento di ferro. (articolo).

La carenza di vitamina C rimane un problema critico nel terzo mondo, e anche nelle popolazioni indigene, infatti tra di loro, all’età di 80 anni, fino al 10% è anemico e ciò contribuisce ad aumentare significativamente il rischio di disabilità e morte. Pertanto, l’ottimizzazione delle combinazioni di ferro e ascorbato (vitamina C) potrebbe essere vitale.

 

 

Limone e calcoli renali

I calcoli renali sono piccoli grumi che si formano quando i prodotti di scarto si cristallizzano e si accumulano nei reni. E’ stato evidenziato che pazienti che soffrono di calcolosi urinaria manifestano ipocitraturia (bassa quantità di citrato eliminato dalle urine).

L’acido citrico può aiutare a prevenire i calcoli renali aumentando il pH delle urine, creando un ambiente meno favorevole per la formazione di calcoli renali. Gli agrumi (limoni, arance, pompelmi e lime) sono fonti naturali di citrato alimentare e diversi studi hanno dimostrato il potenziale di questi frutti o dei loro succhi nell’aumentare i livelli di citrato nelle urine. (articolo)

 

Sistema digerente

I limoni sono costituiti da circa il 10% di carboidrati, per lo più sotto forma di fibre solubili e zuccheri semplici. La fibra principale dei limoni è la pectina, una forma di fibra solubile che apporta numerosi benefici per la tua salute.

La pectina presente nei limoni a contatto con l’ambiente acquoso nell’intestino si espande, facendoti sentire sazio prima e più a lungo.  Inoltre, può migliorare la salute dell’intestino e rallentare la digestione degli zuccheri che comporteranno notevolmente una riduzione dei livelli di zucchero nel sangue (glicemia).

 

Conclusioni

In generale, i limoni non hanno particolari effetti collaterali, ma se consumati in eccesso, possono causare problemi di reflusso gastrico o bruciore di stomaco, soprattutto in coloro che già ci soffrono. Inoltre, l’acido citrico può consumare lo smalto sui denti, infatti gli esperti incoraggiano a bere acqua e limone con una cannuccia.

I limoni sono un’ottima fonte di vitamina C, fibre solubili e composti vegetali, che forniscono numerosi benefici per la tua salute.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati