I nervi cranici forniscono innervazione alle strutture della testa e del collo. I nervi cranici sono un insieme di dodici nervi che hanno origine nel cervello e nel tronco encefalico, ognuno con un nome ed una funzione diversa. Esistono 12 coppie di nervi cranici per un totale di 24 nervi e ognuno di essi corrisponde ad un numero romano. L’ordine di numerazione deriva dalla loro posizione originaria, ovvero dall’alto verso il basso.

Le loro funzioni sono classificate come sensoriali o motorie o entrambe. I nervi sensoriali sono coinvolti con i tuoi sensi, come l’olfatto. I nervi motori controllano il movimento muscolare.

In questo articolo mostriamo quali sono i nervi cranici e quali sono le loro funzioni.

 

nervi cranici elenco

I 12 nervi cranici: elenco

Nervo olfattivo – I

Il nervo cranico I è un nervo che innerva la mucosa olfattiva all’interno della cavità nasale. Esso, infatti, trasmette al cervello le informazioni sensoriali relative agli odori che sentiamo.

Quando inaliamo degli odori profumati, essi si dissolvono all’interno della cavità nasale dove sono presenti dei recettori che inviano impulsi nervosi ad una struttura ovale che contiene neuroni, detta bulbo olfattivo. Successivamente i nervi passano nel tratto olfattivo sotto il lobo frontale e i segnali nervosi vengono inviati nelle aree del cervello deputate al riconoscimento degli odori.

Danni al nervo olfattivo possono causare l’incapacità di sentire gli odori.

 

Nervo ottico – II

Il nervo cranico II è un nervo che innerva la retina dell’occhio e porta le informazioni visive al cervello.

Quando guardiamo qualcosa, la luce che entra nell’occhio colpisce la retina, che contiene bastoncelli e coni, ovvero dei  fotorecettori che traducono i segnali dati dalla luce in informazioni visive per il cervello. I coni si trovano nella retina centrale e sono coinvolti nella visione dei colori, i bastoncelli, invece, si trovano nella retina periferica e sono coinvolti nella visione in bianco e nero.

Queste informazioni vengono successivamente trasmesse dalla retina al nervo ottico. Nel cranio, entrambi i nervi ottici si incrociano formando il chiasma ottico. Da qui gli impulsi nervosi raggiungono la corteccia visiva nel cervello, che elabora le informazioni visive.

Danni al nervo ottico compromettono la vista di uno o di entrambi gli occhi.

 

Nervo oculomotore – III

Il nervo cranico III è un nervo motorio che controlla i movimenti muscolari dell’occhio. Esso fornisce movimento alla maggior parte dei muscoli che muovono il bulbo oculare e la palpebra superiore.

Inoltre aiuta anche nelle funzioni motorie involontarie degli occhi come il restringimento automatico della pupilla per far entrare meno luce quando la luce è intensa e viceversa quando è buio.

 

Nervo trocleare – IV

Il nervo cranico IV è un nervo motorio che controlla il movimento degli occhi. E’ il muscolo responsabile dei movimenti oculari verso il basso, l’esterno e l’interno.

 

Nervo trigemino – V

Il nervo cranico V è un nervo misto, contenente fibre che originano nel tronco encefalico. Ha quindi, sia funzioni motorie che sensoriali.

Il nervo trigemino è diviso in 3 parti, quali:

  • Oftalmico. La parte oftalmica invia le informazioni sensoriali della parte superiore del viso (fronte, palpebre, cuoio capelluto).
  • Mascellare. Questa parte comunica le informazioni sensoriali dalla parte centrale del viso (guance, labbro superiore e naso).
  • Mandibolare. La parte mandibolare ha una funzione sia sensoriale che motoria. Invia le informazioni sensoriali delle orecchie, dal labbro inferiore e mento e controlla il movimento dei muscoli mascellari e dell’orecchio.

Danni al trigemino possono causare la nevralgia del trigemino caratterizzata da dolore facciale e tic.

 

Nervo abducente – VI

Il nervo cranico VI è un nervo che innerva il muscolo retto laterale dell’occhio. Il nervo abducente ha origine nel tronco encefalico e gioca un ruolo molto importante nel movimento degli occhi. Questo muscolo è coinvolto nel movimento degli occhi verso l’esterno, quindi per guardare di lato.

Danni ai nervi III, IV o VI, tutti e 3 nervi coinvolti nel moto oculare, possono influenzare il movimento degli occhi.

 

Nervo facciale – VII

Il nervo cranico VII è un nervo che ha origine nel tronco cerebrale come due divisioni separate e una radice primaria più grande che trasporta fibre motorie e un nervo intermedio più piccolo che trasporta fibre sensoriali e parasimpatiche.

Il nervo facciale svolge diverse funzioni quali:

  • movimento dei muscoli che producono l’espressione facciale
  • fornisce il senso del gusto per la maggior parte della tua lingua
  • funzioni sensoriali delle parti esterne dell’orecchio
  • movimento delle ghiandole lacrimali, sottomascellari e sottomandibolari

Le lesioni del nervo facciale possono manifestarsi come paralisi facciale.

 

Nervo vestibolococleare – VIII

Il nervo cranico VIII è un nervo coinvolto nell’udito e nell’equilibrio di una persona. Si compone di due parti, il nervo cocleare e il nervo vestibolare:

  • Nervo cocleare: Le cellule specializzate all’interno dell’orecchio che rilevano la frequenza e l’ampiezza del suono inviano impulsi nervosi al nervo cocleare.
  • Nervo vestibolare: aiuta il corpo a percepire i cambiamenti della posizione della testa. Il corpo usa queste informazioni per mantenere l’equilibrio.

Se danneggiato, il nervo vestibolare può dare origine a sensazioni di rotazione e vertigini.

 

Nervo glossofaringeo – IX

Il nervo cranico IX è un altro nervo che proviene dal tronco encefalico ed è coinvolto nella deglutizione,salivazione e sensazione gustativa. Inoltre ha anche una funzione motoria, ovvero quella di controllare il movimento del muscolo stilofaringeo che consente alla gola di allargarsi e accorciarsi.

 

Nervo vago – X

Il nervo cranico X fornisce le funzioni motorie, sensoriali e parasimpatiche.

  • La parte sensoriale fornisce sensazioni alla parte esterna dell’orecchio, alla gola, al cuore, agli organi addominali. Svolge anche un ruolo nella sensazione gustativa.
  • La parte motoria fornisce movimento alla gola e al palato molle.
  • La funzione parasimpatica regola il ritmo cardiaco e innerva la muscolatura liscia delle vie aeree, dei polmoni e del tratto gastrointestinale.

Di tutti i nervi cranici, il nervo vago è il più lungo poiché si estende dalla testa fino all’addome.

 

Nervo accessorio – XI

Il nervo cranico XI è un nervo originato dal tronco encefalico e dal midollo spinale. Il nervo accessorio fornisce la funzione motoria ad alcuni muscoli del collo che ti consentono di ruotare, flettere ed estendere il collo e le spalle.

E’ diviso in parte spinale e parte cranica.

  • La componente spinale inizia nel midollo spinale e viaggia nel cranio. Da lì, incontra la parte cranica del nervo accessorio.
  • La parte cranica del nervo accessorio si combina con il nervo vago

Danni al nervo accessorio comportano l’instaurarsi di una debolezza del muscolo trapezio.

 

Nervo ipoglosso – XII

Il nervo cranico 12 è un nervo originato dal tronco encefalico. E’ responsabile del movimento della maggior parte dei muscoli della lingua. Quando il nervo ipoglosso è danneggiato si verificherà debolezza del movimento della lingua su un lato.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati