Cambiare la nostra costituzione corporea è una cosa molto complicata per il nostro corpo che dovrà adattarsi a nuovi stimoli per ristabilire l’omeostasi. Per dimagrire o per aumentare la propria massa muscolare, l’unica formula che conta davvero è la differenza tra le calorie in entrata e quelle in uscita, quindi tra ciò che bruciamo con il nostro metabolismo basale e il movimento e ciò che mangiamo durante l’arco della giornata.Per stabilire questo ci sono molteplici fattori che entrano in gioco che includono la genetica, gli ormoni, l’ambiente, il sonno e le nostre abitudini. Sebbene fare una dieta per dimagrire è molto difficile, non è impossibile. Non focalizzarti subito sul risultato finale, ma cerca di concentrarti sui piccoli guadagni giornalieri e settimanali, così facendo capirai il tuo andamento e cercherai di migliorare laddove ne avrai bisogno.

 

Le diete a lungo termine non funzionano!

Quando inizi una dieta, vedi subito il dimagrimento, soprattutto se sei motivato e ti attieni perfettamente. Una volta che il tuo corpo si adatta alle calorie che gli stai fornendo e rallenta in suo metabolismo, la perdita di peso diventa man mano più complicata, fino a diventare nulla.

Per questo motivo le stesse diete protratte per troppo tempo non funzionano, ti stancherai subito non vedendo miglioramenti, tornerai a mangiare come prima e ingrasserai in pochissimo tempo.

Per ovviare a ciò bisogna avere un cambiamento non solo nella dieta, ma anche nello stile di vita. Non basta andare dal nutrizionista come non basta fare un po’ di movimento solo perchè lo hai letto su qualche sito specializzato come questo. Devi capire e comprendere cosa c’è dietro una buona corsetta e a cosa serve mangiare bene.

Andare dal nutrizionista o da un personal trainer non è come andare dal fisioterapista, ma è come fare un corso sulla vita. Queste figure sono sicuramente un ottimo punto da cui partire, ma non serviranno a niente se non capisci perfettamente il significato delle cose scritte su quel foglio di carta.

 

I motivi principali per cui non stai perdendo peso

1. Non conti le calorie

Per dimagrire bisogna consumare delle calorie prestabilite, e ciò comporta contare e pesare tutto ciò che ingerisci. Molte persone pensano di stare a dieta ma non hanno la minima idea di quantoNon riesco a dimagrire: 10 motivi per cui la dieta non funziona hanno mangiato fino a quel momento.

Ad esempio un solo cucchiaio d’olio contiene circa 110 kcal, se stiamo facendo una dieta dimagrante non possiamo versarlo senza un misurino rischiando di metterne troppo.

Gli studi dimostrano che chi monitora attraverso un diario alimentare le calorie e il cibo che ingerisce o chi fotografa i propri pasti perde più peso rispetto alle persone che non lo fanno.

Per aiutarvi a conteggiare le vostre calorie potete utilizzare un’applicazione che lo farà al posto vostro. Quest’app oltre a contare le calorie vi darà un dato sui macronutrienti assimilati durante il giorno.

 

2. Salti i pasti

A volte può capitare di saltare i pasti importanti durante la giornata a causa di problemi personali come un lavoro impegnativo. Questo vi porterà al pasto successivo con molta più fame, facendovi consumare grandi quantità di cibo molto spesso non salutare.

Se ti limiti tutto il giorno a mangiare poco per dimagrire, non fai altro che costringere il tuo corpo a procurarsi del cibo, e di conseguenza non sorprende se mangi un intero sacchetto di biscotti o una busta di patatine a tarda notte.

Fare tutti i pasti compresa la colazione farà in modo che il tuo corpo sia costantemente alimentato e non attivi quei meccanismi protettivi che ti porteranno a farti ingozzare.

 

3. Stai mangiando troppi carboidrati

I carboidrati sono la benzina del nostro corpo e ci permettono di svolgere le attività quotidiane senza nessun problema, tant’è che il cervello è in grado di utilizzare solo il glucosio come substrato energetico.

Durante il dimagrimento, l’assunzione eccessiva di carboidrati non vi farà perdere peso: il nostro corpo è in grado di immagazzinare gli zuccheri sotto forma di glicogeno e nel caso questi depositi siano pieni, i carboidrati in eccesso verranno trasformati in grassi e accumulati sotto forma di tessuti adiposi localizzati intorno al cuore e nell’addome.

Inoltre, le diete a medio-basso contenuto di carboidrati hanno molti aspetti positivi oltre alla semplice perdita di peso. Possono anche portare a miglioramenti in molti marcatori metabolici, come i trigliceridi , il colesterolo HDL (buono) e la glicemia. (studio)

 

 

4. Fai poco movimento

L’esercizio cardiovascolare come la corsa, camminata, ciclismo e nuoto, è tra le attività migliori per consumare calorie. Se fatto in determinati orari e in condizioni ottimali può aiutare a bruciare molto più grasso in eccesso.

Il cardio è indispensabile durante un percorso dimagrante e deve essere sempre accompagnato da una dieta idonea.

Alcune persone dicono di voler fare cardio per poter mangiare quello che vogliono durante il giorno, non c’è niente di più sbagliato! In questo modo non solo non dimagrirai, ma porterai il tuo corpo a una condizione di stress estrema per via degli sbalzi calorici indotti da un consumo notevole di calorie e da un’introduzione eccessiva di alimenti sbagliati.

 

5. Dormi male

Il sonno è uno dei tre fattori fondamentali del fitness, sia della tua salute mentale che fisica. Gli studi dimostrano che la mancanza di sonno è uno dei maggiori fattori di rischio per l’obesità. Adulti e bambini che dormono poco hanno rispettivamente un rischio maggiore del 55% e dell’89% di sviluppare obesità.

La mancanza di sonno potrebbe ostacolare il dimagrimento. (studio)

 

6. Stai bevendo poca acqua

Il consumo regolare di acqua potabile potrebbe favorire la perdita di peso durante la dieta.

Secondo uno studio il consumo di circa 500 ml prima dei pasti facilita la perdita di peso nelle diete ipocaloriche tra gli adulti di mezza età e anziani in sovrappeso/obesi e ciò è dovuto a una riduzione dell’apporto energetico durante i pasti.

Inoltre l’acqua ha un effetto termogenico, ed è stato dimostrato che aumenta il numero di calorie bruciate del 30%.

 

7. Mangi poche farine integrali

Le farine integrali di qualità sono molto importanti in quanto rallentano l’assorbimento e immettono in circolo il glucosio più lentamente, ciò causa un abbassamento della glicemia e quindi una perdita di peso efficiente.

Le farine integrali di qualità sul mercato sono poche, alcune marche famose che si spacciano per prodotti integrali in realtà sono “finte farine integrali” e acquisiscono quel colore per l’aggiunta di crusca alle normali farine raffinate.

Questi prodotti non sono assolutamente nocivi, in quanto la crusca è soltanto un sottoprodotto derivato dalla macinazione del grano, ma non hanno gli stessi valori nutrizionali delle vere farine integrali.

Tutto ciò è assolutamente permesso dalla legge che consente di definire integrale un prodotto realizzato con farine raffinate e crusca.

 

8. Fai laNon riesco a dimagrire: 10 motivi per cui la dieta non funziona stessa dieta da troppo tempo

Le diete non dovrebbero essere protratte per lunghi periodi come abbiamo già accennato nell’introduzione. Il nostro organismo è capace di adattarsi a situazioni molto più estreme di un semplice cambiamento di calorie e una volta che lo fa non riuscirai più a dimagrire e il tuo peso rimarrà pressoché stabile o aumenterà.

Prova ad aumentare l’apporto calorico di 100 calorie al giorno ‘pulite‘ e protrailo per un po’ di settimane o fai un attività fisica ad alta intensità, in questo modo quando tornerai a regime ipocalorico perderai di nuovo peso.

 

9. Non ti concedi mai uno “sgarro”

Lo sgarro è un termine utilizzato nel mondo del bodybuilding e della palestra in generale e sta ad indicare uno o più pasti liberi a settimana.

Lo sgarro ha svariate funzioni, tra le quali quella di dare una scossa all’organismo e accelerare il metabolismo durante la dieta, concedersi un momento di sfizio per soddisfare il palato il quale potrebbe avere voglia di alimenti dolci, uscire con gli amici.

Questo pasto va sempre controllato e non deve mai sfociare in abbuffata, o tutti i sacrifici fatti durante la settimana andranno persi.

 

10. Sei concentrato solo sul dimagrimento

Il dimagrimento fine a se stesso non porterà mai ad una perdita di peso effettiva.

Non concentrarti troppo su quanti grammi perdi giornalmente, piuttosto acquisisci una mentalità giusta, e sarà quella che ti porterà al successo e non ti farà ringrassare una volta tornato a regime normocalorico.

 

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati