Si dice spesso che la salute sia una delle cose più importanti della vita, ma in pochi fanno di tutto per restare sani. Eh si infatti, la maggior parte delle persone che cercano di mantenersi in salute fanno esattamento l’opposto di ciò che si dovrebbe fare. Un po’ perchè non sanno come fare, un po’ perchè non hanno voglia e quindi sbagliano completamente.

Tu ad esempio, si proprio tu, sei sicuro che stai facendo le cose giuste per mantenerti in forma? Pensi di condurre uno stile di vita sano?

Beh se pensi che allenarti un paio di volte a settimana possa bastare, sei completamente fuori strada. Molto probabilmente hai cercato moltissime volte di cambiare le tue abitudini e ci sei anche riuscito, ma dopo un po’ sei tornato quello che eri prima. Ti sei concentrato troppo su quello che stavi facendo, finendo di perdere di vista l’obiettivo, proprio quello che importa realmente.

Lo stile di vita non te l’insegnano da nessuna parte, infatti nella vita, per via degli esempi completamente sbagliati, abbiamo avuto un’informazione errata nel corso degli anni.

Ma ecco i migliori consigli per mantenerti in forma basati su prove scientifiche.

 

I 10 migliori consigli per manterti in salute

 

Segui una dieta sana

E’ molto difficile seguire una sana alimentazione quando non si sa come fare. Cambiare le proprie abitudini è complicato, quindi ci vorrà tempo per adattarsi a nuovi stili di vita.

Cerca di mangiare più volte al giorno, inserendo nei tuoi pasti qualche porzione di frutta o verdura, le quali apportano le vitamine e i minerali di cui hai bisogno. Questi infatti sono impiegati in numerosi processi all’interno dell’organismo e sono indispensabili per mantenersi in salute. Una dieta povera di frutta e verdura invece, complicherà i processi essenziali come la digestione e l’assorbimento dei nutrienti. Inoltre questi due nutrienti apportano quantità essenziali di fibre alimentari, obbligatorie per mantenere in salute l’intero intestino.

 

Limita lo zucchero

Lo zucchero è estremamente dannoso per il nostro organismo se consumato in eccesso. Infatti un abuso di questo nutriente porta ad innalzamenti glicemici che alla lunga promuovono il rischio di diabete di tipo 2.

Limita anche le bevande zuccherate come la maggior parte dei succhi di frutta. Ci hanno portato a credere che questi succhi fossero salutari poichè contengono la parola frutta, perciò vengono dati ai bambini come bevanda quotidiana. Sono estremamente dannosi per il loro corpo.

Secondo i risultati di diversi studi le bevande zuccherate aumentano il rischio di malattie cardiache e diabete di tipo 2, anche nelle persone sane e non obese, quindi anche nei bambini.

Infatti quest’articolo basato su 14 studi riporta ciò che è stato detto in precedenza, ovvero che le bevande zuccherate aumentano la pressione sanguigna e il rischio di ipertensione nei bambini e negli adolescenti, quindi anche in un’età che solitamente non si sviluppano queste malattie.

 

Limita i cibi processati

Gli alimenti sottoposti a dei processi chimici, sono alimenti modificati rispetto alla forma originale. Questi alimenti possono contenere zucchero aggiunto, olio raffinato quindi di scarsa qualità, sale eccessivo, altro e altro ancora.

Si trovano nei supermercati come le merendine, prodotti confezionati o nel cibo del fast food come le patatine fritte. Limitati quindi a mangiare questi cibi il meno possibile cercando di consumarli non più di una volta a settimana, altrimenti preferisci una pizza o un panino più salutare.

Secondo una revisione, il consumo di alimenti ultra processati è stato associato a malattie cardiometaboliche, fragilità, sindrome dell’intestino irritabile, dispepsia negli adulti, mentre è stato anche associato a sindrome metabolica negli adolescenti e dislipidemia, ovvero un livello elevato di colesterolo LDL e trigliceridi nei bambini.

 

Mangia fibre alimentari

La fibra alimentare può essere utilizzata come cambiamento nella dieta per abbassare il colesterolo totale e LDL. Le fibre alimentari negli alimenti integrali hanno molteplici effetti sulla salute che aiutano a migliorare i profili delle lipoproteine, e quindi potrebbero far parte di un modello alimentare sano. L’abbondanza di fibre alimentari in alimenti integrali, frutta e verdura, li rende molto interessanti per la prevenzione delle malattie cardiovascolari e la riduzione del rischio di aterosclerosi. (articolo)

Diversi studi hanno poi dimostrato che la fibra alimentare può anche migliorare la glicemia, l’insulino-resistenza e la perdita di peso. Le diete ad alto contenuto di fibre sono una componente importante della gestione del diabete, con conseguente miglioramento delle misure di controllo glicemico, lipidi nel sangue, peso corporeo e infiammazione, nonché una riduzione della mortalità prematura.

 

Limita i cereali raffinati

I carboidrati raffinati sono stati sottoposti a processi elaborati per rimuovere la loro fibra, quindi per rimuovere la parte nutriente per creare un prodotto saporito al palato.La maggior parte degli alimenti elaborati è composta da carboidrati raffinati, come mais lavorato, farina bianca ecc. Inoltre la fibra è in grado di abbassare l’indice glicemico e la glicemia post prandiale.

Gli studi dimostrano che una dieta ricca di carboidrati raffinati può essere collegata a aumento di peso a causa dell’eccesso di cibo e malattie croniche come il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache.

 

Non temere i grassi saturi

I grassi saturi si trovano in alimenti come il latte intero, formaggio, carne rossa, olio di palma ecc. Fino a pochi anni fa si credeva che fossero il male assoluto e che fossero gli unici responsabili delle malattie cardiache, invece non è così e la ricerca l’ha dimostrato. Ora non voglio dire che facciano bene se mangiati ogni giorno, ma se limitati sono un discreto alimento. (articolo)

Sebbene i grassi saturi aumentano i livelli di colesterolo, aumentano anche i livelli di colesterolo HDL (buono) e sembrino ridurre il colesterolo LDL (cattivo).

Inoltre, in alcuni casi è stato dimostrato che i grassi saturi hanno una relazione inversa con il diabete di tipo 2 correlato all’obesità. Piuttosto che concentrarsi su un singolo nutriente, la qualità complessiva della dieta e l’eliminazione degli alimenti trasformati, compresi i carboidrati semplici, farebbero probabilmente di più per migliorare le malattie cardiovascolari e la salute generale. (articolo)

 

Dormi a sufficienza

Dormire a sufficienza non significa svegliarsi riposati, infatti posso anche dormire 3 ore a notte e svegliarmi riposato, ma dopo 3 ore ho di nuovo sonno. Perciò bisogna seguire le linee guida del sonno che vanno dalle 7 ore per anziani alle 8 ore per i più giovani.

La mancanza di sonno può influenzare il tuo sistema immunitario. Gli studi dimostrano che le persone che non dormono abbastanza hanno maggiori probabilità di ammalarsi dopo essere state esposte a un virus, come il raffreddore. Inoltre, il mancato riposo notturno può anche ritardare il tuo recupero durante l’infezione.

Gli adulti che dormono meno di 7 ore a notte hanno maggiori probabilità di soffrire di ipertensione, malattie cardiache, infarto e ictus.

 

 

Fai esercizio fisico

L’esercizio fisico è essenziale per una buona salute psicofisica. Il movimento infatti, può ridurre l’obesità e il grasso viscerale.

Uno studio suggerisce che l’esercizio aerobico è fondamentale per i programmi di allenamento volti a ridurre il grasso viscerale e che l’esercizio aerobico al di sotto delle attuali raccomandazioni per la gestione del sovrappeso/obesità può essere sufficiente per una modifica vantaggiosa del grasso viscerale.

L’obesità infatti è correlata al diabete di tipo 2 e alle malattie cardiovascolari.

La quantità di attività fisica di cui hai bisogno dipende dalla tua fascia di età ma gli adulti di età compresa tra 18 e 64 anni dovrebbero svolgere almeno 150 minuti di attività fisica di intensità moderata durante la settimana.

 

Riduci alcool e sigarette

Sappiamo che l’alcol è un non nutriente che apporta soltanto malefici al nostro organismo. Tuttavia non esiste un livello sicuro per bere alcolici. Il consumo di alcol può portare a problemi di salute come disturbi mentali e comportamentali, tra cui dipendenza da alcol, malattie non trasmissibili come cirrosi epatica e malattie cardiache.

 

Resta idratato

Siamo composti per la maggior parte da acqua, perciò restare idratati è un indicatore essenziale per il mantenimento della propria salute. Il miglior modo per rimanere idratato è bere l’acqua, la quale influisce in molte aree del nostro organismo.

L’acqua fa dimagrire, allevia la stitichezza, influisce sul cervello e aumenta le prestazioni fisiche.

 

Conclusioni

Questi sono i 10 consigli principali per il mantenimento della tua salute psicofisica. Cambiare il proprio stile di vita è una cosa molto complicata che richiede tempo e volontà.

Perciò non soffermatevi troppo a pensare se quel singolo alimento fa male, o quell’altro fa bene. Ciò che dovete fare è cambiare il proprio stile di vita e la mentalità verso determinati fattori essenziali.

Ricordate che niente fa male se mangiato in piccole quantità, ma ciò che devi chiederti è…riesco a viverci mangiando così poco? Se la risposta è si mangialo se la risposta è no cambia alimento.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati