La serotonina è nota come ormone del benessere poiché svolge un ruolo importante nella regolazione dell’umore e contribuisce alla felicità delle persone. La serotonina, però, è un neurotrasmettitore che il corpo usa per inviare messaggi tra le cellule nervose. Sembra avere un ruolo nell’umore, nelle emozioni, nella fame e nella digestione. Come precursore della melatonina, aiuta a regolare i cicli sonno-veglia e il ritmo circadiano.

Bassi livelli di serotonina sono stati associati a sentimenti di depressione, tristezza e affaticamento, al contrario troppa serotonina, potrebbe provocare la sindrome serotoninergica, che potrebbe portare a sintomi di irrequietezza, allucinazioni e confusione.

In questo articolo esaminiamo cos’è la serotonina e quali sono le sue funzioni principali, nonché i sintomi di una carenza prolungata.

Cos’è la serotonina?

La serotonina o 5-idrossitriptamina (5-HT), è un neurotrasmettitore sintetizzato a partire dall’aminoacido essenziale triptofano che viene convertito in 5-idrossitriptofano (5-HTP) per mezzo dell’enzima triptofano idrossilasi. Il 5-htp viene decarbossilato in 5-HT per opera dell’aminoacido decarbossilasi. (articolo)

La serotonina non può attraversare la barriera ematoencefalica, ovvero l’unità che protegge il tessuto cerebrale dagli elementi nocivi presenti nel sangue arterioso, ciò significa che il cervello deve produrre tutta la serotonina di cui ha bisogno. I farmaci per la depressione, ad esempio, non forniscono la serotonina in maniera diretta ma innescano reazioni che possono aumentarne i livelli nel cervello.

Come avete visto, questo neurotrasmettitore è quindi influenzato dai livelli dell’aminoacido triptofano, e una carenza di questo può causare disturbi dell’umore e disturbi di ansia.

 

Serotonina: funzioni

Poiché è presente in gran parte del corpo umano, questo neurotrasmettitore ha una vasta gamma di effetti su molti aspetti nell’organismo e del comportamento umano.  Tra le funzioni principali svolte dalla serotonina troviamo:

  • Umore: La serotonina presente nel cervello regola l’ansia, l’umore e la felicità, contrariamente bassi livelli sono stati associati alla depressione e ai disturbi d’umore.
  • Sonno: è responsabile della stimolazione delle parti del cervello che controllano il ciclo sonno-veglia. Ci sono regioni specifiche nel cervello che controllano quando ci addormentiamo, regolano i modelli di sonno e controllano quando ci svegliamo. E’ responsabile della stimolazione delle parti del cervello che controllano il sonno e la veglia.
  • Intestino: la serotonina che si trova nell’intestino, aiuta a controllare i movimenti e la funzione intestinali.
  • Comportamento: I processi comportamentali modulati dal neurotrasmettitore possono includere un ruolo nell’attenzione, nella percezione, nella rabbia, nell’aggressività, nella memoria, nelle capacità motorie e nell’appetito. Come vedete, risulta molto complicato identificare un comportamento umano che non sia in qualche modo regolato da questa sostanza.
  • Funzione sessuale: bassi livelli di questa sostanza sono associati a un aumento della libido, mentre un aumento dei livelli è associato a una riduzione della libido.
  • Nausea: la produzione di serotonina aumenta per espellere più rapidamente il cibo nocivo. La produzione aumenta anche nel sangue, che stimola la parte del cervello che controlla la nausea.
  • Sangue: le piastrine del sangue rilasciano serotonina per aiutare a guarire le ferite, favorendo la formazione di coaguli di sangue.

 

Serotonina e depressione

La depressione è un disturbo che potrebbe essere causato da alcuni squilibri dei neurotrasmettitori del sistema nervoso centrale. (articolo)

In caso di depressione i medici prescrivono solitamente degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina noti come antidepressivi SSRI. Sebbene, il corpo umano riassorbe un neurotrasmettitore dopo che ha trasmesso il suo impulso. Gli antidepressivi impediscono al corpo di riassorbire il neurotrasmettitore, lasciandolo circolare.

La ricerca è limitata in questo caso ed è basata sulla sintomatologia del paziente, in quanto sebbene si possano misurare i livelli di serotonina nel sangue, non si possono misurare i livelli di serotonina nel cervello. Perciò se i livelli di serotonina nel cervello riflettono quelli del sangue post-antidepressivo va tutto bene, altrimenti non è scientificamente dimostrabile.

Ciò che è dimostrabile è invece il feedback positivo dei pazienti sottoposti agli SSRI, nel trattamento della depressione maggiore. (articolo)

 

Come aumentare i livelli di serotonina

Puoi aumentare i livelli di serotonina nell’organismo attraverso i farmaci, gli integratori e in modo naturale.

Farmaci:

I farmaci inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) per curare la depressione si ottengono solo attraverso la prescrizione del medico e sono il tipo di farmaco più comune per trattare la depressione. Gli SSRI aumentano i livelli del neurotrasmettitore nel cervello bloccando il riassorbimento della sostanza chimica, quindi una parte maggiore rimane attiva.

Quando stai assumendo farmaci a base di serotonina, non dovresti usare altri farmaci senza prima parlare con il tuo medico. La combinazione di farmaci può metterti a rischio di sindrome serotoninergica.

Integratori:

Tra i migliori integratori per aumentare la serotonina troviamo il 5-HTP che può aiutare a prevenire e curare i fenomeni ansiosi e depressivi di lieve entità, in grado di aumentare i livelli di 5-HT nel corpo, portando a sensazioni di benessere e di felicità.

Puoi acquistare un integratore di 5-htp cliccando qui.

L’iperico è un altro integratore in grado di agire come un antidepressivo SSRI, aumentando i livelli del neurotrasmettitore nel corpo.

Modi naturali:

  • Esposizione a luce : L’esposizione alla luce solare è un rimedio raccomandato per il trattamento del disturbo affettivo stagionale (SAD).
  • Esercizio: l’ esercizio fisico regolare può avere effetti sull’umore.
  • Una dieta sana: gli alimenti che possono aumentare i livelli di questa sostanza includono tacchino, uova, formaggio, noci, salmone, tutti alimenti ricchi di triptofano.

 

Conclusione

La serotonina, conosciuta come ormone del benessere è responsabile di molte funzioni del nostro corpo comportamentali e non. Se il tuo umore è influenzato negativamente devi parlarne con un tuo medico di base che ti saprà indirizzare nel modo migliore. In contemporanea puoi attuare i nostri consigli e trarre beneficio dagli integratori consigliati.

Avatar di Healthday
Articolo scritto e revisionato dalla redazione di Healthday.it

Condividi questo post

Articoli correlati